Tanta celebrità quando divenne il “braccio destro di Sergio Gonella”

Asti - Luciano Remondino

Tanta celebrità quando divenne il “braccio destro di Sergio Gonella”(1927 – 2015)
Entrato nell’AIA nel 1957
Osservatore arbitrale fino alla Serie D
Presidente di Sezione dal 1988 al 1990

Per la Sezione di Asti l’arbitro benemerito Luciano Remondino resta per antonomasia “il braccio destro di Sergio Gonella”. La sua avventura nell’AIA iniziò in età avanzata; ciò gli impedì di valicare i confini regionali nonostante avesse tutti i numeri per farlo. Esaurito presto l’iter di direttore di gara continuò l’attività sul campo da guardalinee, giungendo fino alla Serie C.
A fine anni Sessanta il gran colpo: Sergio Gonella lo volle in terna fino a metà del 1978, quando entrambi furono dimissionari. Grazie alle tante gare di prestigio le soddisfazioni furono molteplici per “Ciano”, gli mancò solo il derby della Mole.
Accantonata la bandierina, transitò nel ruolo di Commissario speciale sino alla Serie D, dopodiché venne nominato Presidente Sezionale. Sempre restando nell’ambito arbitrale, ha lasciato un ottimo ricordo la “sua cantina” di vini deliziosi, ove sovente una ricercata selezione di arbitri astigiani soleva terminare – a base di pane e salame - il dopo riunione tecnica’ del venerdì.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)
I nostri sponsor

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri