Arbitro e giornalista sportivo, un comunicatore eccezionale

Lecce - Tommaso Corallo

Arbitro e giornalista sportivo, un comunicatore eccezionale(1910 – 1997)
Entrato nell’AIA nel 1938
Arbitro di Serie A dal 1940 al 1957 con 89 gare
Premio ‘Giovanni Mauro’ nel 1957
Osservatore in Serie A dal 1968 al 1976
Componente CRA Puglia dal 1976 al 1978
Presidente di Sezione dal 1947 al 1948

Tommaso Corallo rappresenta ancora oggi, per chi lo ha conosciuto e nell’immaginario collettivo sezionale, il maestro di tante generazioni che si sono formate grazie ai suoi meritori insegnamenti. Impareggiabile conoscitore del Regolamento del calcio riusciva ad inculcarlo in chi lo ascoltava grazie ad una oratoria vibrante, lessicalmente forbita e ad una personalità carismatica, attrattiva per la passione che emergeva dalla sua esposizione. Le sue lezioni ai giovani arbitri e le riunioni plenarie, sono rimaste nella memoria di chi lo ha conosciuto e sono state un modello di insegnamento per quanti dopo di lui si sono occupati della formazione arbitrale, sino all’avvento delle nuove metodologie didattiche. Da ricordare anche la sua attività di giornalista sportivo: creò il settimanale ‘Pungolo sportivo’, grazie al quale, oltre che a diffondere una cultura sportiva ispirata a valori di lealtà sportiva, ebbe il merito di far conoscere lo sport dilettantistico dei campionati provinciali minori, nelle cui cronache figuravano anche quali protagonisti i giovani arbitri.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri