Le sue grandi doti manageriali al servizio della Sezione per 11 anni

Faenza – Giovanni Santini

Le sue grandi doti manageriali al servizio della Sezione per 11 anni(1937 – 2007)
Entrato nell’AIA nel 1958
Presidente della Sezione di Faenza dal 1973 al 1984

Giovanni Santini è stata una persona davvero speciale, sia dal punto di vista sportivo sia umano. Dopo una gioventù trascorsa giocando a basket, decise di indossare la divisa arbitrale, che lo portò a calcare i principali campi regionali.
Una volta appeso il fischietto al chiodo, la sua carriera nell’AIA proseguì con successo nel ruolo di osservatore. Arrivò infatti fino alla Serie C, ottenendo la stima dei vertici nazionali e di tutta la sua Sezione.
La vera svolta è la sua elezione a Presidente, carica che ricoprì per ben 11 anni, dal 1973 al 1984. Furono anni di passaggio in cui utilizzò le sue doti manageriali per modernizzare l’operatività della Sezione, con competenza e passione.
Giovanni ha lasciato un segno indelebile sia nell’AIA, alla sua Memoria è intitolata la Sezione di Faenza, sia nel Consorzio di bonifica della Romagna Occidentale, che gli ha dedicato la sala riunioni della sede faentina.
In questo 110° Anniversario dalla Fondazione dell’AIA, nello stesso anno in cui il presidio arbitrale faentino festeggia il suo 75°, lo si ricorda pieno di energia e dedito a far crescere l’Associazione, con l’obiettivo di prendere spunto dal passato per guardare al futuro con serenità ed entusiasmo.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri