Icona storica, tra i primi arbitri abilitati a dirigere gare all’estero

Padova - Bruno Bellini

Icona storica, tra i primi arbitri abilitati a dirigere gare all’estero(1893 - 1947)
Entrato nell’AIA nel 1914
Arbitro a disposizione della Divisione Nazionale dal 1923 al 1930
Arbitro abilitato alla direzione di gare internazionali fino al 1926
Presidente del Sottocomitato Veneto dell’AIA dal 1919 al 1923
Membro della Commissione Arbitri della Lega Nord dal 1923 al 1924
Presidente della Commissione Sportiva della Lega Nord dal 1924 al 1926
Presidente di Sezione dal 1927 al 1943 e dal 1946 al 1947
Membro del Direttorio Divisioni Superiori dal 1936 al 1943
Presidente di Sezione dal 1946 al 1947

Pioniere del primo gruppo arbitrale padovano, Bruno Bellini fu impiegato in qualità di arbitro fin dai tempi in cui era dirigente della Società Padovana poiché riconosciuto lodevole di doti morali e tecniche nonché garante dell’imparzialità e del regolare svolgimento delle gare di calcio. Ciò fece nascere in lui la passione per l’arbitraggio, tanto che in breve tempo divenne punto di riferimento per tutti coloro che andavano scoprendo in tale attività un nuovo modo di fare sport.
Lasciata la dirigenza calcistica, gettò le basi per la fondazione del Gruppo Arbitri Padovani “Giacomo Ciro Turra” nel 1927 e fu uno dei primi arbitri italiani abilitati a dirigere gare all’estero assieme a figure del calibro di Meazza e Mauro.
Alla sua morte, avvenuta nel 1947, la Sezione di Padova cambiò denominazione aggiungendovi il suo nome.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri