Dirigente creativo, intraprendente e grande comunicatore

Arezzo - Giancarlo Felici

Dirigente creativo, intraprendente e grande comunicatore(1937 – 2018)
Entrato nell’AIA nel 1959
Arbitro regionale fino al 1966
Consigliere di Sezione dal 1966 al 1985
Commissario Speciale CASP dal 1975 al 1980
Delegato Tecnico Periferico per oltre 20 anni
Presidente di Sezione dal 1985 al 1992
Presidente Onorario dal 25 maggio 2012

Giancarlo Felici ha rappresentato una figura di spicco nella società aretina, arbitrale e non. Arbitra fino ai massimi livelli regionali per poi dedicarsi subito alla funzione del formatore e del dirigente, lasciando un segno indelebile negli oltre 52 anni di tessera, insegnando a tutti il “mestiere” di Dirigente periferico. Nella storia della Sezione Giancarlo ha rappresentato l’anello di congiunzione fra due generazioni di arbitraggio. Nella Sezione di Arezzo, fino alle ultime settimane di vita, si è sempre distinto per la sua creatività, leadership e intraprendenza (come quando organizzò, in 15 giorni, i Mondiali Militari di Calcio del 1987), trasmettendo una visione sopra alla media grazie alle sue doti comunicative e diplomatiche. E’ stato anche tra gli artefici del progetto di costruzione sede sezionale che, dal 2003 a oggi, è luogo di tutte le attività associative. Oltre che per la Sezione, Giancarlo nutriva un forte legame anche con la città e quindi con la tradizionale Giostra del Saracino supportando il quartiere di Porta del Foro di cui fu Rettore per anni.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri