Grazie alla sua passione la solida base umana e arbitrale di oggi

Pescara - Vincenzo Morelli

Grazie alla sua passione la solida base umana e arbitrale di oggi(1905 – 1993)
Entrato nell’AIA nel 1934
Arbitro in Serie A e B
Commissario Speciale CASP dal 1946 al 1964
Commissario Speciale CAN dal 1956 al 1970
Segretario Gruppo arbitri di Pescara dal ‘38 al ‘46
Presidente di Sezione dal 1946 al 1971
Premio nazionale ‘Gino Agostini’ (Miglior Presidente d’Italia nel 1969)

L’arbitro benemerito Vincenzo Morelli, dal primo giorno nell’Associazione, ha incarnato i valori della stessa, prima come Segretario del primo Presidente Raffaele Costantini, successivamente come Presidente di Sezione, carica che ha ricoperto per ben 25 anni.
Vincenzo si potrebbe definire il padre degli arbitri pescaresi, con lui la prima sede sezionale, i primi Corsi arbitro, i primi traguardi a livello nazionale. La sua passione e la sua forza sono tutt’oggi pilastri fondanti nella Sezione di Pescara che lo ricorda per la sua umanità e la sua umiltà. Chi lo ha conosciuto lo ricorda come un ‘gentiluomo d’altri tempi’ che ha saputo creare una solida base umana ed arbitrale, senza la quale la Sezione di Pescara oggi non sarebbe quel che è.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri