Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Schivo e riservato, ma diventava gioviale con i colleghi arbitri

17/07/2021, 08:00

Lamezia T. - Egidio Ventura
(1943 – 2006)
Entrato nell’AIA nel 1963, a Catanzaro
Commissario Speciale CAN dal 1992 fino al 1997
Sostituto Procuratore Regionale dal 1998 al 2000
Presidente Revisore dei conti sezionale dal 1973 al 1975
Dirigente Sezionale dal 1975 al 1984
Coordinatore Attività Tecnica sezionale dal 2004 al 2006

A soli 63 anni, l’arbitro benemerito Egidio Ventura, ex ‘Commissario Speciale’ in Serie A e B, ha lasciato prematuramente la ‘sua’ famiglia arbitrale. Di carattere riservato, non ha mai ostentato la sua preparazione ed i continui traguardi che lo hanno portato, primo nella storia della Sezione lametina, a raggiungere la massima serie, visionando arbitri di assoluto valore di quel tempo. La sua particolare riservatezza, però, veniva meno quando con i suoi amici dell’AIA era capace di trasformarsi, suscitando l’allegria dei presenti con le sue battute argute.
Bontà, onestà, umiltà, gentilezza e discrezione alcune delle sue doti particolari. Cultore del Regolamento, non esitava a mettersi a disposizione di tutti per curare la formazione di giovani colleghi, arbitri e osservatori. Purtroppo, è venuto a mancare proprio nel momento in cui avrebbe potuto dare tutta la sua riconosciuta esperienza, a prescindere dal ruolo ufficiale che in quel momento ricopriva.
Il ricordo che ancora rimane indelebile nei colleghi che hanno avuto la fortuna di conoscerlo sono l’amore e la passione per l’arbitraggio e il suo sguardo profondo, espressivo più di ogni parola.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente