Abbatté il muro della diffidenza e intraprese cooperazione con la Lnd

Brescia - Pasquale Lascialfari

Abbatté il muro della diffidenza e intraprese cooperazione con la Lnd(1932 - 2014)
Entrato nell'AIA nel 1959
Assistente in Serie A e B dal 1971 al 1979
Medaglia d'oro per meriti associativi e sezionali nel 1977
Delegato Tecnico provinciale dal 1976 al 1987
Arbitro benemerito dal 1984
Vicepresidente di Sezione dal 1994 al 2000

Un grande uomo prima che un grande arbitro, Pasquale Lascialfari è stato un punto di riferimento per tante generazioni di arbitri bresciani, che lo ricordano come un padre, un esempio di educazione, rispetto delle regole e senso di appartenenza. Terminata la sua carriera sul campo, giunta fino ai massimi livelli nazionali, ha dato per anni un prezioso contributo al funzionamento della Sezione e alla formazione dei giovani ricoprendo, tra gli altri, il ruolo di Delegato Tecnico. Sempre ligio al dovere, sicuramente anche grazie al suo essere uomo dello Stato, sono suoi i primi tentativi di superare la diffidenza reciproca tra arbitri e società, trasformandola in una leale collaborazione, attraverso assidui incontri con le squadre per dibattere costruttivamente in merito ai problemi più comuni. Un uomo burbero ma mansueto, tanto energico e determinato nel suo lavoro, quanto generoso e disponibile ad elargire incoraggiamenti e consigli, trasmettendo a tutti la sua passione per l’arbitraggio.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri