Ricostruì con successo la realtà arbitrale ternana nel Dopoguerra

Terni – Pasquale Gnocchini

Ricostruì con successo la realtà arbitrale ternana nel Dopoguerra(1905 – 1984)
Entrato nell’AIA nel 1932
Tra i Fondatori, nel 1939, della Sezione di Terni
Arbitro di Serie A
Presidente di Sezione dal 1946 al 1966
Esperienza nel Consiglio Centrale Direttivo dell’AIA
Commissario speciale in Serie A

L’ultimo Dopoguerra generò molta disperazione in seguito ai lutti causati dal conflitto mondiale, che si ripercosse anche nel mondo arbitrale. A risollevare le sorti della Sezione di Terni ci pensò il brillante e intraprendente Pasquale Gnocchini, fresco di laurea, che venne nominato Presidente nel 1946 e restò in carica per 20 anni. Durante questo periodo la Sezione ottenne importanti gratificazioni con i suoi arbitri: si pensi all’esordio di Elso Cruciani e Italo Falchi in Serie C, o alle promozioni di Aldo Zannoni ed Emo Attili in Serie D.
Pasquale, nel corso della carriera arbitrale sul campo, diresse otto gare di Serie A. Divenne così, anche grazie al suo innato carisma, quella figura sportiva “attrattiva” che fece elevare i numeri del reclutamento, fino a far diventare la Sezione un punto di riferimento nell’ambito dello sport locale. Tornò ad operare nella massima Serie da commissario speciale.
Nella sua carriera dirigenziale è stato anche nell’allora Consiglio Centrale Direttivo dell’AIA. Ma il risultato più soddisfacente che abbia ottenuto è stato quello di aver saputo coinvolgere a livello associativo giovani di tutti i ceti sociali e aver saputo trasmettere loro l’idea concreta di una Sezione coesa ed unita verso il raggiungimento di nuovi ed importanti obiettivi.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)
I nostri sponsor

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri