Animo generoso, il trascinatore della compagnia ai conviviali

S.Benedetto del T. - G. Ortenzi

Animo generoso, il trascinatore della compagnia ai convivialiGiuseppe Ortenzi (1952 – 2014)
Entrato nell’AIA nel 1973
Arbitro in Serie D dal 1981 al 1984
Delegato Tecnico presso il Comitato Locale Settore Giovanile dal 1984 al 1987
Osservatore in Serie C dal 1994 al 1998
Presidente della Commissione Disciplina Regionale Marche dal 2006 al 2014

“Peppe, come lo chiamavano gli amici, dietro il suo aspetto piuttosto burbero e scontroso nei confronti di tutto e di tutti, nascondeva invece un’anima generosa ed estremamente altruista. Aveva sempre una barzelletta pronta da raccontare nelle cene che per 30 anni concludevano le riunioni tecniche del venerdì sera”. Sono gli arbitri Bruno Morelli e Alberto Del Zompo a fornire questa breve descrizione che incarna la personalità, il profilo e lo spessore morale di Giuseppe Ortenzi, un uomo che ha lasciato un segno indelebile in tutti coloro che hanno avuto la fortuna di conoscerlo. Ingegnere, marito e padre premuroso di due splendide figlie, col vizio del fumo che interpretava in modo singolare: negli anni pari fumava a più non posso, per poi astenersi in quelli dispari. La Sezione di San Benedetto del Tronto è onorata di essere rappresentata da “Peppe” nell’anniversario dei 110 anni di storia dell’AIA, in quanto pur non avendo calcato grandi palcoscenici si è contraddistinto per professionalità e senso di appartenenza.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri