Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Il “Cavaliere”, pezzo di storia della Sezione messinese

03/08/2021, 23:59

Messina - Salvatore Rizzo
(1908 – 1999)
Entra nell’AIA nel 1926
Dal 1934 dirige gare di Serie B e (CITA)
Segretario del Comitato FIGC della Sicilia orientale dal 1928 al 1930
Presidente del Comitato Provinciale di Messina
Ispettore Federale Amministrativo nel 1938
Commissario Speciale CAN
Nel 1946 all’assemblea è uno dei ‘fondatori’ dell’AIA post bellica
Consigliere Nazionale e Coordinatore arbitrale per la Sicilia e la Calabria nel 1946
Nel 1970 – ‘71 Componente CAD.
Presidente CRA Sicilia dal 1972 al 1988
Dal 1988 al 1990 Componente della Commissione Consultiva della Presidenza AIA

L’arbitro benemerito Salvatore Rizzo, Stella d’Argento CONI, è il decano degli arbitri siciliani. Vanta un curriculum arbitrale ed un palmares di riconoscimenti, che, oltre a considerarlo l’associato più importante nella storia della Sezione di Messina, testimoniano la bontà della decisione, nel 2003, di intitolargli la sede sezionale. Ad una promettente carriera arbitrale, precocemente interrotta dagli eventi bellici, fa seguire un percorso di alto profilo dirigenziale, con incarichi regionali e nazionali, durante il quale competenza, saggezza e rettitudine lo hanno sempre contraddistinto. Nel 1993, infine, entra fra i grandi dell’AIA, quando viene nominato Dirigente Benemerito FIGC. Dal tratto bonario e signorile, ha sempre operato con mano ferma ed autorevole. Alla memoria di coloro che ancora hanno la possibilità di ricordarne le gesta e la pacatezza, non potranno mancare sicuramente le indimenticabili ‘caramelle del Cavaliere Rizzo’. Nel giorno del suo addio, a nome di tutta l’AIA, la Sua Sezione lo salutò ricordandolo come “il più galantuomo dei galantuomini”. Salvatore Rizzo nel 1969 si è aggiudicato il Premio nazionale ‘Renato Gianni’; nel 1979 il Premio ‘Raffaele Scorzoni’.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente