Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

CON Professionisti, Stella: "Un organo di garanzia e di certificazione di qualità"

03/08/2021, 22:00

“Questo è un momento storico perché sta partendo un progetto nuovo. Si tratta del risultato di un percorso, nato 13 anni fa, fatto di un continuo confronto con alcuni amici tra cui Stefano Farina”. Così il Responsabile Luigi Stella ha aperto a Bologna il raduno precampionato della Commissione Osservatori Nazionale Professionisti. E' una delle grandi novità apportate dall’Associazione Italiana Arbitri che, con la Stagione Sportiva 2021/2022, vede riuniti insieme in un unico organico i 110 osservatori che si occuperanno di visionare arbitri e assistenti di Serie A, B e C.

“Questa nuova Commissione è il frutto di un percorso condiviso – ha detto il Presidente dell’AIA Alfredo Trentalange - Essere qui tutti insieme è qualcosa che arricchisce ognuno di noi. Quello dell’osservatore è un ruolo fondamentale per le sue funzioni non solo di selezione ma anche di formazione”. “Siete al centro di un progetto ambizioso – ha aggiunto il Vicepresidente Duccio Baglioni rivolgendosi agli osservatori in sala - Crediamo in voi e nelle vostre capacità, curate la crescita dei ragazzi”. Presente anche il Componente Carlo Pacifici che, all’interno del Comitato Nazionale, ha seguito negli ultimi mesi il progetto fino al suo compimento. “E’ un progetto che, con impegno e determinazione, siamo riusciti a realizzare a garanzia e a tutela dei ragazzi – ha spiegato - C’era la necessità di rivalutare un ruolo fondamentale a tutti i livelli: quello dell’osservatore. Bisogna crescere, lavorare, studiare ed essere sempre allievi anche quando si crede di aver raggiunto tutto”.

Al raduno hanno partecipato i Responsabili delle Commissioni (CAN e CAN C) il cui organico dirige le partite di competenza della CON Professionisti. “L’osservatore ha un valore e deve dare valore – ha detto Gianluca Rocchi, designatore di Serie A e B - Questo è un progetto fondamentale e voi ne avete le capacità. Andate liberi perchè c’è una grande fiducia in voi”. “In Serie C troverete dei ragazzi motivati – è intervenuto Maurizio Ciampi – Mi piace chiamare la squadra degli arbitri e degli assistenti della CAN C: l’Under 21 della Nazionale maggiore”.

Nel corso del pomeriggio Luigi Stella ha illustrato le finalità della Commissione (di cui fanno parte i Componenti Luca Gaggero, Francesco Milardi, Oberdan Pantana e Tarcisio Serena) illustrandone le finalità ed il funzionamento. “Una Commissione autonoma distaccata dalle CAN, in linea con i dettami della FIFA e della UEFA, per valorizzare il ruolo dell’osservatore nella sua terzietà ed indipendenza di giudizio – ha detto Stella - C’è grande attenzione sulla formazione per la crescita di un ruolo strategico come quello dell’osservatore. La CON è un organo di garanzia e di certificazione di qualità”.

In chiusura di giornata il Responsabile del Settore Tecnico Matteo Trefoloni ha tenuto una lezione, supportata da video didattici, incentrata sulla lettura della gara. L’attenzione degli osservatori è stata focalizzata su tre elementi: il posizionamento dell’arbitro, la sua conoscenza del calcio e la capacità di decidere. In precedenza il Responsabile del Modulo Regolamento Enzo Meli aveva illustrato la Circolare 1, con le novità regolamentari della nuova Stagione Sportiva, ed era stato effettuato un primo videotest con varie dinamiche di giuoco.

Nel pieno rispetto dei protocolli anti Covid, tutti i partecipanti prima di accedere alla sede del raduno si sono sottoposti al tampone per creare una “bolla” di sicurezza.

Nella fotografia principale l'intervento del Presidente Alfredo Trentalange (seduto tra Luigi Stella, Carlo Pacifici e Duccio Baglioni). Nelle foto in galleria: la Commissione; Gianluca Rocchi; gli osservatori in sala; alcune slides proiettate in aula).

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente