Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Raduno CON Professionisti, Stella: "Assoluta fiducia in voi"

Diana Chis - 05/08/2021, 22:00

Si è concluso oggi il raduno precampionato della Commissione Osservatori Professionisti. Nel corso della mattinata si è tenuta dapprima una lezione con le istruzioni operative per la compilazione del modulo episodi post gara a cura del Componente Luca Gaggero. Novità di quest'anno é l'introduzione di un database che permetterà agli osservatori di selezionare gli episodi più rilevanti della gara. "Si tratta di un lavoro importante che porterà non solo alla valutazione arbitrale, bensì contribuirà alla parte formativa degli arbitri. Noi siamo qua per la formazione" afferma Gaggero.

Successivamente il Responsabile della CON Professionisti Luigi Stella, insieme al contributo di Matteo Trefoloni, Responsabile del Settore Tecnico, ha esaminato un’intera gara inviata qualche giorno prima agli osservatori, che l'hanno analizzata come in una normale gara di Campionato. Questo ha permesso uno scambio di opinioni, dubbi ed un’approfondita analisi di ogni singolo evento, con l’obiettivo ultimo di arrivare ad una decisione unitaria per dare uniformità di giudizio.

“Cerchiamo di impegnarci al massimo. Vuol dire studiare di più, essere dei ricercatori e non dei presuntuosi. Il vero obiettivo è fare in modo che il percorso degli arbitri sia il più giusto possibile” così il Presidente dell'AIA Alfredo Trentalange, insieme al Vice Duccio Baglioni, sprona la platea a dare un senso a questa formazione e all’enorme lavoro di tanti anni che ha portato importanti novità per la figura dell’osservatore arbitrale odierno. “Diamo senso e significato, prendendoci questa responsabilità – continua Trentalange - gli osservatori decideranno quello che sarà il rating del prossimo anno. Noi vorremmo che questo patrimonio di arbitri abbiamo il diritto di essere giudicati al meglio, in modo chiaro pulito e sensato”.

Durante la mattinata gli osservatori hanno ricevuto anche la visita del nuovo Presidente del CRA Emilia Romagna Graziella Pirriatore che si è dimostrata grata per questo invito. “Il vostro è un ruolo straordinario, un ruolo formativo e qui avete persone che sanno darvi istruzioni di altissimo livello” ha affermato augurando a tutti un grosso in bocca al lupo per la nuova Stagione alle porte. Presente anche il Componente del Comitato Nazionale Antonio Zappi che ha salutato i presenti in aula: “Venendo qui in macchina avvertivo una certa emozione, perché sapevo che sarebbe stato un appuntamento storico. In passato ho sempre sentito parlare di osservatori come problema, qui invece gli osservatori diventano una grande opportunità”.

Ai saluti di coda si aggiunge anche Stefano Archinà, Componente del Comitato Nazionale, che ci tiene a “sottolineare il grado di sforzo che quest’AIA sta compiendo per dare un senso alle cose”.
Un particolare intervento è stato quello di Carlo Pacifici che, all’interno del Comitato, ha seguito più da vicino questo progetto: “Siate osservatori con la voglia di mettervi in gioco, abbracciate questa nuova avventura. Cerchiamo osservatori che abbiano la capacità di alzarsi dalla tribuna e capire se la partita è andata bene o male avendo sempre dentro di noi quei valori che come osservatori non ci devono mai mancare”.

A conclusione di questi 3 giorni, si dimostra molto soddisfatto Luigi Stella: “Abbiamo lavorato intensamente, credo ne sia valsa la pena. Quello che ci deve legare è essenzialmente la fiducia; io e la Commissione abbiamo assoluta fiducia in voi, vi chiediamo di fare altrettanto. Oggi la fiducia vale ancora di più della competenza nei rapporti relazionali, perché la competenza si può imparare, la fiducia se non c’è diventa difficile collaborare. La strada è questa, la meta, come diceva Stefano, la tracceremo insieme”.

Soddisfazione espressa anche dal Presidente Alfredo Trentalange: “Oggi siamo molto contenti di questi 3 giorni. Siate generosi, portate a casa quello che avete visto, sentito e condiviso, perché solo così ci sarà un’AIA migliore. Noi siamo degli strumenti di pace, non dimentichiamocelo. Davvero possiamo cambiarla in meglio quest’Associazione, crediamoci”.

Guarda il video:



Prima della conclusione del raduno non sono mancati i ringraziamenti al Settore Tecnico, al Modulo Bio – Medico, alla Segreteria e alla Rivista l’Arbitro per la buona riuscita di questo raduno.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente