Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Il Fondatore che in campo si distinse per la sua autorevolezza

09/08/2021, 23:59

Rossano - Antonio Celestino
(1931 – 2002)
Entrato nell’AIA nella Stagione 1954/’55
Guardalinee CASP dal 1960 al 1964
Delegato Tecnico Sezionale dal 1962 al 1982
Commissario Speciale CAD nel 1976 - 1977
Dirigente AIA/SA nel settembre 1977
Commissario Straordinario della Sezione dal novembre 1977
Presidente di Sezione dal 1978 al 1987

Una vita al servizio dell’Associazione, Fondatore e primo Presidente della Sezione a lui intitolata il 25 giugno 2003. Antonio Celestino è entrato nell’AIA nella Stagione Sportiva 1954/’55. Una volta superato il Corso per aspiranti arbitri a Cosenza, diresse la sua prima gara ufficiale l’8 dicembre del 1954. Dopo aver contribuito a fondare la Sezione, fece della stessa la sua seconda casa: sono molteplici, infatti, i ruoli occupati in seno ad essa con dedizione ed abnegazione. Una figura distintasi sempre per la sua signorilità e per la sua autorevolezza con i calciatori in campo. Venne nominato arbitro benemerito il 31 luglio del 1981 dall’allora Presidente AIA Giulio Campanati. Uomo straordinario, dal sorriso perenne, trasmetteva epidermicamente ad ogni contatto il suo entusiasmo e la sua passione per il calcio e la direzione arbitrale.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente