Tre giorni di raduno con tanta voglia di tornare sui campi

Tre giorni di raduno con tanta voglia di tornare sui campiLa Stagione Sportiva 2021/2022 per gli arbitri regionali Molisani è entrata nel vivo con l’Athletic Day, che si è svolto il 21 agosto. L’evento ha visto impegnati arbitri di tutte le categorie regionali nel nuovo test “SDS” sotto la supervisione del Responsabile Atletico Silvio Alberti.
Il raduno precampionato si è svolto dal 2 al 4 settembre nella cornice naturale di Filignano.
La tre giorni molisana si è aperta la mattina del 2 con l’intervento del Presidente Regionale Alessandro Petrella, che ha voluto sottolineare l’importanza di farsi trovare pronti dopo un periodo di stop forzato, che ha messo a dura prova tutte le componenti arbitrali e calcistiche.
Hanno preso poi la parola i due Componenti del Settore Tecnico dell’AIA Ivan Magnani della Sezione di Frosinone e Vincenzo Zampardi della Sezione di Palermo, che hanno accompagnato la platea per tutta la durata del raduno. I due si sono soffermati su tutti i cambiamenti al regolamento del giuoco del calcio che sono stati apportati dalla Circolare n.1, in particolar modo hanno approfondito la modifica nell’interpretazione del fallo di mano mostrando filmati puntuali e attinenti, tenendo alta la concentrazione e la partecipazione di tutta la sala.
Nel pomeriggio i fischietti molisani, dopo aver sostenuto i quiz tecnici, hanno approfondito il concetto di Teamwork con Stefano Cordeschi, Componente del Comitato Regionale e responsabile degli assistenti. “Il lavoro di squadra è la benzina che permette a persone comuni di ottenere dei risultati fuori dal comune” – questo è il concetto ribadito più volte da Stefano.
Durante questa kermesse gli arbitri hanno avuto l’opportunità di allenarsi sul campo sportivo del Comune di Filignano insieme a Luca Massimi e Giuseppe Perrotti, rispettivamente arbitro della Sezione di Termoli e assistente arbitrale della Sezione di Campobasso, entrambi in forza all’organico della Commissione Nazionale di Serie A e B.
Nella giornata di venerdì è arrivato anche il Componente del Comitato Nazionale Nicola Cavaccini, il quale ha aperto la mattinata, sottolineando l’importanza della figura arbitrale: “Si è arbitri sempre, siamo i garanti della correttezza di una manifestazione sportiva, ma lo siamo anche fuori dal terreno di gioco: a lavoro, all’università, sui social, in famiglia, con gli amici etc. Si può sbagliare un calcio di rigore – ha proseguito - ma non si può sbagliare nei comportamenti perché in quello l’arbitro non ha una seconda possibilità di rivalsa, si viene macchiati a vita”.
Grossa attenzione è stata dedicata alla persona dell’arbitro a 360 gradi; il Comitato Regionale in tal senso ha esposto un nuovo progetto sperimentale chiamato “AIA con te”, che si pone l’obiettivo di migliorare l’attività tecnica cercando di conoscere i ragazzi, il loro carattere, la loro motivazione, le loro ambizioni e le loro paure. Conoscendo meglio i punti di forza e di debolezza degli arbitri, il CRA vuole arrivare a tre diversi obiettivi: migliorare l’aspetto tecnico; stimolare la motivazione; creare un legame a livello istituzionale.
Il raduno infine si è concluso nella mattinata di sabato con l’intervento del presidente della Lega Nazionale Dilettanti Molise, Piero Di Cristinzi, che ha tenuto ad essere presente per fare personalmente un grosso in bocca al lupo a tutti gli arbitri molisani per l’inizio dei campionati.

In copertina la platea degli arbitri e assistenti molisani
In gallery:
1: da sinistra Ivan Magnani e Vincenzo Zampardi del Settore Tecnico, il Presidente Alessandro Petrella, i Componenti Regionali Stefano Cordeschi, Andrea Nasillo e Luca Damiano
2: gli assistenti durante una lezione sull’impianto comunale di Filignano
3: l’intervento di Nicola Cavaccini
4: gli arbitri durante un lavoro di gruppo
5: gli arbitri durante l’allenamento

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri