Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Il Presidente Vian: "Bello vedere un grande entusiasmo"

Franco Muliner - 22/09/2021, 10:00

Portogruaro
La Sezione di Portogruaro finalmente si rianima con il raduno sezionale di inizio Campionato del 10-11 settembre 2021.

Infatti, a causa della difficile situazione sanitaria, era da molto tempo che non si vedevano gli associati riuniti dentro la sala grande o nel bel giardino sezionale seduti al tavolo a parlare.

La preparazione alla nuova Stagione 2021-2022 ha avuto inizio già dal mese di luglio, prevedendo anche degli allenamenti speciali, svolti a Caorle (VE). Intensa la partecipazione a tutte le fasi della preparazione pre-campionato, segno che i ragazzi e le ragazze che costituiscono l’anima arbitrale della Sezione non vedevano l’ora di ritrovarsi insieme a calpestare l’erba e a riprendere la vita associativa.

Il raduno ha previsto i test atletici nella serata di venerdì 10 settembre, presso il tradizionale impianto del comprensorio portogruarese. Il giorno seguente è stata la volta della Circolare n.1, presentata da Nicola Zandonà, assistente arbitrale da quest’anno in forza all’organico della Commissione Arbitri Nazionale di Serie C.

Particolarmente significativa è stata l’interazione con la platea, soprattutto quando si è toccato il punto relativo alla riformulazione delle condizioni che determinano il fallo di mano.

Invece, le disposizioni tecniche agli arbitri locali sono state impartite dal Presidente Luca Vian e dal Componente dell’Organo Tecnico sezionale Agostino Brunzin.

“Ripartiamo dalle basi”, ha dichiarato il Presidente di Sezione, “proprio sul solco del sentiero tracciato dal Presidente regionale Giovanni Stevanato che ha esortato le Sezioni a partire proprio dai fondamenti della tecnica, attivando il cosiddetto ‘risveglio regolamentare’, dopo il triste letargo degli ultimi mesi”.

“L’aspetto più bello è l’entusiasmo, il fatto di stare di nuovo tutti insieme dopo questi mesi. È un segno che la vita continua e con essa la passione che ci tiene uniti”, ha concluso Vian.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente