Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Lutto per la scomparsa di Gianpiero Gregori, lunga carriera da dirigente dell'AIA

02/10/2021, 16:00

L'Associazione Italiana Arbitri è in lutto per la scomparsa improvvisa di Gianpiero Gregori, Componente della CON Dil.

Giampiero diventa arbitro effettivo il 20 dicembre del 1975 entrando così a far parte della Sezione di Piacenza.
Dopo aver raggiunto la CAN C in qualità di arbitro, nel 1994 ricopre il ruolo di assistente ufficiale alla CAN A e B permanendo in tale categoria per dieci anni.
Nel 2004 transita nel ruolo di arbitro fuori Quadro e nel 2008 gli viene riconosciuta la qualifica di arbitro benemerito. Inizia così la sua lunga carriera dirigenziale.
Dopo aver ricoperto il ruolo di Presidente di Sezione, nel 2006 viene nominato Vice Commissario CAN D e nel 2009 Vice Commissario CAN C. L’anno successivo ricopre il ruolo di Presidente del CRA dell’Emilia Romagna e dal 2013 al 2016 di Componente della CAI. In seguito, dal 2017 al 2020 ricopre il ruolo di Componente del Settore Tecnico e nel 2021 viene nominato Componente della CON Dil.

Nonostante gli importanti incarichi ricoperti a livello nazionale, Gianpiero si è sempre messo al servizio dell’Associazione e, in particolare, della sua Sezione.
Dai colleghi viene ricordato come l’amico di tutti, sempre disponibile a elargire consigli e a dare un aiuto a chi è in difficoltà.
“La vita di Gianpiero è sempre stata caratterizzata dalla generosità, sia nell’Associazione sia nella vita privata. Se dovessi fare un suo ritratto lo rappresenterei con il braccio teso e la mano aperta simbolo di una persona che dà senza volere nulla in cambio, di una persona che è sempre pronta a salvare qualcuno. Le numerose telefonate che ho ricevuto in questi giorni testimoniano la bontà e la generosità di Giampiero nonché il grande affetto delle persone che lo conoscevano”. Queste le parole del Presidente della Sezione AIA di Piacenza Domenico Gresia.

Il Presidente dell'AIA Alfredo Trentalange e il Vice Duccio Baglioni, insieme ai Componenti del Comitato Nazionale, esprimono alla sua famiglia e ai colleghi della Sezione di Piacenza profondo cordoglio a nome di tutti gli arbitri italiani.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente