Ultimati i due stage di inizio Stagione

Rossano

Ultimati i due stage di inizio StagioneCoraggio e concentrazione. Queste le caratteristiche che non devono mai mancare nella figura dell’osservatore arbitrale che, soprattutto al livello dell’Organo Tecnico Sezionale, ha il compito di formare ed individuare i futuri arbitri per il movimento regionale e quindi nazionale.
Osservatori sezionali che hanno partecipato, venerdì 15 ottobre, al raduno di inizio campionato. Un appuntamento di fondamentale importanza, visto che si sta lentamente ritornando ad una nuova normalità.
In una situazione particolare come quella vissuta per più di un anno e mezzo, gli associati sono pronti a ritornare in campo, ognuno nel proprio ruolo. Dopo il raduno precampionato dedicato ai giovani direttori di gara di qualche settimana fa, svoltosi a Rossano al Ritrovo delle Ninfe, è toccato stavolta agli osservatori arbitrali partecipare all’incontro tecnico preparatorio per l’inizio della Stagione. L’appuntamento è stato presso i locali sezionali, che finalmente hanno riaperto le porte all’attività tecnica in presenza dopo il lungo periodo di riunioni da remoto.
Un raduno dedicato al compianto Cosimo Bellucci, figura storica della Sezione e che ha sempre rappresentato una guida per le giovani leve, ricordato per l’occasione attraverso un minuto di raccoglimento.
I lavori si sono svolti nel più rigido rispetto delle disposizioni anti COVID e sono stati guidati dal Presidente Francesco Filomia, dal Componente del Comitato Regionale Calabria Giampaolo Bianchi e dal Componente del Settore Tecnico dell’AIA Giuseppe Caricato, supportati ed affiancati da tutti i collaboratori sezionali, al fine di uniformare e coordinare le attività nel modo più efficace possibile.
A coordinare le attività è stato l’instancabile Presidente Filomia, il quale, riconoscendo gli enormi sacrifici di tutti gli associati nel periodo emergenziale, ha esposto le tante novità che interesseranno le attività della Sezione, in piena sinergia con l’AIA centrale.
Ha più volte ribadito e sottolineato l’importanza della ripresa delle attività tecniche ed associative, necessarie per una crescita arbitrale, umana e sociale, mirata ad un ritorno alla normalità: “In questo periodo avete mostrato la vera essenza dell’essere arbitro, sacrificandovi molto fuori dal campo con il rispetto delle regole: adesso, finalmente, è il momento di tornare a fare ciò che più ci piace, gli arbitri sul terreno di gioco!”.
Parole di ringraziamento sono state poi rivolte dal Presidente a tutti i suoi collaboratori e all’intero staff, che ha contribuito alla riuscita di questa due giorni di lavori per l’arricchimento dal punto di vista arbitrale ed umano.
Il raduno si è concluso con un augurio a tutti gli associati di una buona ripresa delle attività e l’appuntamento a breve per l’avvio delle attività tecniche.

In copertina i partecipanti al raduno

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri