Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Gasbarri:“Il calcio e il movimento arbitrale non si fermano”

Silvano Olmi - 24/10/2021, 09:00

Viterbo

Si è svolto presso il “Balletti Park Hotel” di San Martino al Cimino, il raduno di apertura della Stagione Sportiva 2021-2022, al quale hanno partecipato gli arbitri e degli osservatori arbitrali di calcio a 11 e calcio a 5 della Sezione di Viterbo.

I fischietti della Tuscia hanno superato i quiz tecnici e hanno ricevuto, dai Dirigenti Regionali e Nazionali, le disposizioni per affrontare al meglio la nuova Stagione Sportiva. Per il calcio a 11 hanno partecipato Sergio Coppetelli del Settore Tecnico e Andrea Sorrentino, Responsabile degli arbitri di Prima Categoria del Lazio. Per il calcio a 5 sono intervenuti Guido Alfonsi per il Settore Tecnico e Giancarlo Lombardi, Responsabile degli arbitri di futsal. Graditi ospiti il Sindaco di Viterbo, Giovanni Arena, che da quando è stato eletto non è mai mancato a un appuntamento con l’AIA viterbese, e il nuovo Delegato della FIGC della Tuscia, Angelo Moracci. Ai due ospiti è stata donata la maglietta con il nuovo stemma associativo dell’AIA.

Il primo cittadino ha ringraziato gli arbitri, perché portano il nome della città di Viterbo negli stadi italiani e si tengono sempre aggiornati per dimostrare sul terreno di gioco il loro valore. “Non è facile arbitrare – ha detto Giovanni Arena – ci vuole impegno, studio costante, allenamento e spirito di sacrificio. Da parte mia un incitamento a fare sempre meglio.”

Il nuovo Delegato FIGC, che è stato un arbitro prima di entrare nell’organigramma della Federazione, ha esposto la situazione del calcio provinciale, elencando le società che si sono iscritte ai vari campionati e non ha nascosto che quello attuale è un periodo molto difficile per il settore dilettantistico. “Dobbiamo fare squadra – ha detto Moracci – essere tutti uniti. Società sportive, calciatori e arbitri, devono lavorare assieme nell’interesse del nostro sport.”

Durante il raduno è stato presentato l’Organigramma Sezionale e gli arbitri viterbesi che dirigono gare a livello nazionale.

“Siamo all’anno zero – ha dichiarato Luigi Gasbarri, Presidente della Sezione di Viterbo – lo stop imposto dalla pandemia ha fatto diminuire i nostri organici. Abbiamo avviato una campagna informativa – ha proseguito Gasbarri – per invitare gli appassionati a frequentare il corso per diventare arbitri di calcio. Andremo nelle scuole per spiegare a ragazze e ragazzi cosa vuol dire dirigere una partita di calcio. Nel campionato che sta per iniziare, gli arbitri viterbesi saranno impegnati a dirigere gare a tutti i livelli e i colleghi di categorie superiori potranno arbitrare partite del settore giovanile. Sono fiducioso che sapremo superare questo brutto periodo – ha concluso Gasbarri - il calcio e il movimento arbitrale non si fermano.”

In copertina i partecipanti al raduno nella tradizionale foto di gruppo

In Fotogallery:

1. Arbitri e osservatori di calcio a 5 della Sezione di Viterbo;
2. Gli osservatori calcio a 11;
3 Gasbarri e il Sindaco di Viterbo Giovanni Arena;
4. Gasbarri e il delegato FIGC di Viterbo Angelo Moracci;
5. I partecipanti al raduno nella sala riunioni;
6. Sergio Coppetelli riceve un ricordo di ringraziamento dal presidente Luigi Gasbarri;
7. Gasbarri consegna un ricordo di ringraziamento a Guido Alfonsi.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente