Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Svolto il raduno e i test atletici, la prossima prova sarà il campo

Marco Granillo - 03/11/2021, 10:00

Napoli
Si è conclusa la tre giorni di raduno per i giovani arbitri della Sezione di Napoli, pronti alle sfide che la Stagione 2021/2022 ha in serbo per loro. Lo stage si è articolato in due momenti: il 9 e il 17 ottobre i ragazzi hanno sostenuto le prove atletiche, mentre il 10 ottobre si è svolta la parte tecnica.
La location dei test atletici è stato il Centro Sportivo ‘Ippoarena’ di Napoli, dove gli arbitri si sono cimentati per la prima volta nel nuovo Single Double Single Test. Il giorno dopo si sono ritrovati presso l’American Hotel di Pozzuoli per la parte tecnica e dispositiva, a cura degli Organi Tecnici Sezionali Ettore Cuomo, Antonio Turiello, Lucio Mele e Michele Curto.
Sempre nella stessa giornata, poi, spazio agli interventi degli ospiti: dapprima il Componente del Comitato Regionale Arbitri Giovanni Colella che ha tenuto a salutare i ‘suoi’ ragazzi, da lui seguiti per molti anni da Organo Tecnico in Sezione. Parola poi al Componente del Comitato Nazionale dell’AIA Nicola Cavaccini, che ha sottolineato come la ripartenza, dopo lunghi mesi di stop, debba essere uno stimolo ancora più forte a far bene durante la Stagione. D’altronde, parafrasando Shakespeare, ha proseguito Cavaccini, “non si apprezza il valore di quel che abbiamo mentre ne godiamo, ma appena lo perdiamo e ci manca, lo sopravvalutiamo, e gli troviamo il pregio che il possesso rendeva invisibile, fino a che era nostro”.
Dopo i saluti istituzionali, si è passati all’esame della Circolare n°1, brillantemente analizzata dal Componente del Settore Tecnico dell’AIA Ciro Pegno. Terminata la parte teorica è stato il momento dei quiz regolamentari prima del meritatissimo break per il pranzo. Il pomeriggio si è aperto con l’arrivo del neo Presidente di Sezione Fabio Maresca direttamente dal Kazakistan, dove era impegnato come VAR nel match tra Kazakistan e Bosnia, valido per le qualificazioni al Mondiale 2022.
Effettuata la correzione dei quiz, il Presidente Maresca ha intrattenuto la platea con un discorso di carattere motivazionale, anche attraverso l’ausilio di alcuni video: “La pandemia ha lasciato e continua a lasciare ferite importanti nella vita di ognuno di noi e l’Associazione ovviamente non ne è uscita indenne. Il numero di associati è diminuito vertiginosamente, l’abnegazione e lo spirito di sacrificio richiesto ai presenti sarà ancora maggiore. Chiaramente, se da un lato l’impegno dovrà essere tale da sopperire alla riduzione dell'organico, dall’altro ognuno avrà la grande opportunità, giocandosi le proprie carte, di costruire qualcosa di importante”.
Prima della chiusura dei lavori, spazio per le ultime disposizioni tecnico – comportamentali a cura di Ettore Cuomo.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente