Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Insieme per rinsaldare il gruppo dopo il lungo stop

05/11/2021, 18:00

Locri
Nei giorni 16 e 17 ottobre scorsi, nella cornice dell’agriturismo Fassi di Guardavalle, si è svolto il raduno della Sezione di Locri, godendo di due giorni di full immersion tecnica, spirituale e morale, durante il quale lo sport, l’attività arbitrale stessa e la qualità dei prodotti della terra calabrese si sono fusi per dare spazio ad una “foto memorabile ed indelebile” fatta di vitale passione sportiva.
Si è tornati a vivere un importante momento associativo e di crescita a distanza di 19 mesi di stop, a causa delle ben note restrizioni dovute alla pandemia. Presenti anche i nuovi arbitri, abilitati in tempi record e che hanno riportato la Sezione di Locri a superare nuovamente la soglia dei cento associati e ad avere l'arbitro più giovane in assoluto nella storia dei fischietti locresi, con soli 14 anni di età.
Presente, per i saluti istituzionali, Stefano Archinà, Componente del Comitato Nazionale AIA, Salvatore Prestileo, Componente del Comitato Regionale Calabria e Carmine Barbaro, Presidente della Delegazione Lega Nazionale Dilettanti di Locri.
Ha apportato il prezioso contributo tecnico-formativo e motivazionale anche Giancarlo Bolognino, ex arbitro internazionale e osservatore UEFA ed oggi Vice Istruttore del Settore Tecnico dell’AIA.
Disposizioni tecniche accurate sono state fornite da parte dei responsabili del Calcio a 5 Francesco Carbone, degli arbitri del Settore Giovanile Franco Borzomì e degli osservatori arbitrali Mimmo Pelle, durante i quali, è bene sottolinearlo, non sono stati trascurati i protocolli anti-COVID. Sono intervenuti anche Pasquale Muscatello ed Andrea Galluzzo, quest’ultimo con interessanti spunti per la cura dell'alimentazione correlata alla preparazione atletica.
Significativi inoltre gli interventi tecnici degli arbitri Alessandro Femia e Michele Rispoli, che hanno guidato i nuovi giovanissimi arbitri in una lezione pratico - teorica sul posizionamento e lo spostamento all’interno del terreno di giuoco.
Il Presidente Anselmo Scaramuzzino, che ha coordinato attentamente i lavori, si è detto orgoglioso di tutto il gruppo di lavoro che ha saputo fornire un prezioso contributo affinché si realizzasse meticolosamente quanto preventivato: un momento di formazione indispensabile per un’agognata ripartenza.
Osservatori, formatori ed arbitri sezionali rappresentano la base di una piramide che fornisce un servizio indispensabile al gioco più bello del mondo. "Non lasciate il vostro talento in tasca e siate pronti a fare sacrifici. Il sudore della vostra fronte vi renderà uomini migliori per voi stessi e per la società", ha ribadito il Presidente, il quale ha augurato a tutti un buon ritorno alla normalità.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente