Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

CAN 5 Élite, Angelo Galante: “Noi vogliamo il bene degli arbitri del Futsal”

Manuela Sciutto - 06/11/2021, 14:00

La seconda giornata del raduno CAN 5 Élite a Milano Marittima ha preso avvio con lo svolgimento sul terreno di giuoco dei test atletici da parte dell’organico.
I 44 arbitri presenti, dopo una fase iniziale di riscaldamento, sono stati divisi in gruppi e sottoposti allo Speed Test (2X20) e, in seguito, al CODA (Change Of Direction Ability). I lavori si sono svolti sotto la supervisione di Marco Ladisa, Componente del Modulo Preparazione atletica, e dei suoi collaboratori Francesca Zitti, Simone Sabbatani, Luigi Zaccarini nonché di Antonella Maglietta, Componente del Modulo Bio-Medico. I preparatori atletici si sono ritenuti complessivamente soddisfatti per le risultanze riportate dall’organico.

“Per la prima volta nella storia, oltre al raduno canonico di inizio Stagione si è svolto un raduno a novembre. CAN 5 Élite significa anche questo: impegno, dedizione e passione” ha affermato il Responsabile della CAN 5 Franco Falvo.
“Io e Angelo stiamo lavorando per il bene della CAN 5 Élite, per dare rispetto e professionalità a questi magnifici attori che sono dei grandi professionisti del mondo del Futsal. Avere un punto di riferimento nel Comitato Nazionale e, in particolare, in Luca Marconi, per tutti noi e per tutti voi è un valore aggiunto. State sicuri che, poiché lo meritiamo, recupereremo una grandissima credibilità nazionale e internazionale”.

In seguito, l’organico ha proseguito i lavori di match analysis iniziati nella giornata precedente.
Il Responsabile della CAN 5 Élite Galante ha sottolineato l’importanza di un corretto posizionamento sia in situazioni statiche sia in situazioni dinamiche di gioco. “Se l’arbitro si trova nella posizione corretta, in particolare sulla linea di porta, potrà valutare meglio l’azione e sarà sempre credibile qualunque cosa accada. Le difficoltà si incontrano non nel posizionamento statico, ma in quello dinamico. Pertanto, per non farvi cogliere impreparati, mentalmente dovete anticipare l’azione prevedendo ciò che accadrà”.
Altro tema affrontato è la prevenzione, che deve essere attuata dal direttore di gara attraverso comportamenti verbali e paraverbali. “È l’arbitro che fa rispettare le regole e, in particolare, deve stabilire la soglia al di sopra della quale un’azione viene qualificata fallo di gioco. - ha affermato Galante - Inoltre, per essere credibili ed evitare che i calciatori si facciano giustizia da soli, le decisioni devono essere assunte con sicurezza e tempestività. Scendete in campo sereni e fate le cose semplici”.
L’analisi dei video è stata condotta dai Componenti Giovanni Cossu, Nicola Gisondi (CAN 5 Élite) e Claudio Zuanetti (CON 5) nonchè arricchita dal contributo tecnico del Componente del Modulo Formazione Tito Stampacchia.

Durante il raduno è stato presentato un progetto innovativo e rivoluzionario destinato agli arbitri della CAN 5 Élite.
Bepro, fondata e curata da Gaetano Caltagirone, è una piattaforma che raccoglie tutte le partite della Serie A maschile e femminile della Stagione 2021/2022 e che dà la possibilità agli arbitri di andare a verificare determinate situazioni di gioco. Inoltre, la piattaforma permette alla Commissione di condividere le analisi delle partite. Tale strumento è fruibile su pc, notebook, tablet o smartphone.
“Questo è un progetto che affianca lo sport e il calcio a tutti i suoi livelli. La nostra tecnologia - ha affermato Caltagirone - prevede un sistema di ripresa che vi permette di navigare all’interno del video, quindi siete voi i registi della partita. Non vedrete la partita come imposto dal movimento della telecamera, ma avrete diverse opportunità di visualizzazione”.
“Questo è un evento epocale. Siamo felici di far parte di questo progetto di crescita. Cercheremo di usarlo al meglio”. Queste le parole del Responsabile Galante in merito al progetto.
L’introduzione di questo nuovo strumento presso gli arbitri della CAN 5 Élite è avvenuta grazie alla sinergia tra il Comitato Nazionale, nella persona di Luca Marconi, il Settore Tecnico dell’AIA e la Divisione di Calcio a 5, nelle persone del Presidente Luca Bergamini e del Componente del Consiglio Direttivo Andrea Farabini.

In conclusione del raduno, Galante ha portato ai presenti i saluti e i ringraziamenti del Presidente dell’Associazione Italiana Arbitri Alfredo Trentalange e di tutto il Comitato Nazionale: “Grazie per tutto quello che avete fatto e che farete. Io, Giovanni e Nicola, insieme ai Responsabili della CAN 5 e della CON 5, rispettivamente Franco e Francesco, siamo una squadra e lavoriamo per voi perché vogliamo il bene degli arbitri del Futsal”.

Il raduno CAN 5 Élite, che si è svolto dal 4 al 6 novembre a Milano Marittima, è stato curato logisticamente dal Segretario Giuseppe Antonaglia.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente