Per mai dimenticare chi ha fatto la storia della Sezione

Sala Consilina

Per mai dimenticare chi ha fatto la storia della SezioneLo scorso 12 novembre, prima della consueta riunione tecnica, gli associati della Sezione di Sala Consilina si sono ritrovati presso la locale chiesa di Sant’Anna, situata nel quartiere della sede sezionale, per celebrare una messa in suffragio di tutti gli associati defunti che hanno fatto parte dell’organico sezionale.
La funzione religiosa è stata officiata da Don Luciano La Peruta, il quale ha rimarcato, durante la sua omelia, l’importanza del ruolo dell’arbitro quale figura che ha l’essenziale compito di far rispettare le regole, di essere imparziale e soprattutto di decidere anche in momenti complicati. Caratteristiche che un arbitro non deve mettere in campo solo nel terreno di gioco, ma il suo dovere di probità deve essere tale anche nella vita di tutti i giorni.
Momento particolarmente commovente è stato quando si è data lettura degli associati a cui era dedicata la messa: Carlo Arabia, Giuseppe Masulli, Antonio Calandriello, Felice Barra, Pompeo Cardano, Michele Lammardo ed Antonio Parrella. Ed è proprio per il Presidente Onorario Antonio Parrella che si è spesa qualche parola in più dato che, nel 1978, è stato il fondatore della Sezione che aveva il compito di radunare tutti i ragazzi del Vallo di Diano accomunati dallo stesso interesse e che finalmente potevano ritrovare nella Sezione di Sala Consilina un punto di riferimento.
Alla celebrazione non erano presenti solo gli associati, ma anche i familiari dei defunti, i quali sono stati invitati per condividere questo importante momento e mostrare la vicinanza costante dell’Associazione alle famiglie degli arbitri che ne hanno fatto parte. Presente anche il Sindaco di Sala Consilina, Francesco Cavallone, il quale ha mostrato il suo forte interesse verso eventi di questo genere, che sono motivo di unione e solidarietà.
Questo importantissimo momento associativo è stato fortemente voluto dal Commissario Straordinario Salvatore Morello per rendere sempre più coeso tutto il gruppo sezionale e per ribadire che la Sezione deve essere come una seconda famiglia per tutti gli associati.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri