Consegnata la III Borsa di Studio ‘Antonello Giordano’

Bari

Consegnata la III Borsa di Studio ‘Antonello Giordano’Il 29 novembre si è tenuta presso il Teatro ‘Di Cagno’ la riunione generale della Sezione di Bari, durante la quale è stata consegnata la III Borsa di Studio ‘Antonello Giordano’.
Un momento importante per l’intera Sezione che, a pochi giorni dall’anniversario della prematura scomparsa nel 2018 dell’arbitro di Eccellenza Antonello Giordano, si ritrova riunita non solo per commemorare ma anche per vivere un momento di gioia e riflessione dopo il lungo stop delle attività a causa della pandemia. ‘Finirà bene’ il titolo del video che ha aperto la riunione, un fil rouge che ha caratterizzato lo svolgimento della serata nella quale gli associati hanno rivissuto parte della storia della Sezione di Bari tra passato, presente e futuro. Prima della consegna del premio una tavola rotonda alla presenza dell’Assessore allo Sport del Comune di Bari Pietro Petruzzelli, del Presidente del Comitato Regionale Puglia Nicola Favia, dell’Organo Tecnico Sezionale Giacomo Sassanelli (già Presidente di Sezione e del CRA Puglia), dell’ex Presidente di Sezione e del CRA Puglia e Molise Onofrio Lattarulo, dell’associato Matteo D’Iasio (già Presidente di Sezione), dell’arbitro internazionale di Beach Soccer Saverio Bottalico, dell’arbitro di Calcio a 5 Èlite Giovanni Losacco e dell’assistente della Commissione Arbitri Nazionale Domenico Palermo. Intervenuto da remoto anche Domenico Celi, arbitro benemerito con un passato recente in Serie A. A moderare l’incontro invece l’assistente di Eccellenza Massimiliano Miccoli.
Del Comitato Regionale presenti anche la Vicepresidente Lucia Abruzzese, i Componenti Vito Albanese, Tommaso Regina, Luca Caracozzi, Michele Sirago e il Collaboratore Franco Fino.
“Sono orgoglioso della Sezione di Bari e tutti voi dovete essere fieri di appartenere a questa grande famiglia, di essere parte della storia di questa grande sezione”, queste le parole del Presidente sezionale Dario Gregorio che ha dedicato un pensiero ad arbitri scomparsi prematuramente (Antonello Giordano, Martino Tropiano, Marco Partipilo e da ultimo proprio durante l’emergenza Domenico Cataldo e Luigi Romano).
Durante il confronto tra i relatori sono emersi racconti e aneddoti appartenenti al passato, ma utili per un presente nel quale si cerca di ripartire e di guardare al futuro traendo il positivo proprio da quegli esempi positivi di arbitraggio e di vita associativa; questo lo spirito che ha coinvolto soprattutto i nuovi 49 arbitri, presenti all’evento, che pochi giorni fa hanno sostenuto l’esame del Corso Arbitri. “Questa volta – ha detto il Presidente CRA Favia – non deve finire bene ma deve iniziare ancora meglio, dobbiamo guardare all’orizzonte e cogliere la gioia di ritrovarci insieme”.
Al termine della tavola rotonda il padrone di casa Dario Gregorio ha consegnato all’arbitro benemerito Donato Cataldo una targa per i suoi 60 anni di tessera.
Infine, prima della chiusura è arrivato il momento della consegna della III Borsa di Studio ‘Antonello Giordano’. Sul palco, oltre a Favia e Gregorio, anche Lucia Abruzzese e Cristiana Laraspata, vincitrice della II Borsa. Quest’anno ha ricevuto il Premio Giulia Montrone, arbitro in Eccellenza, ragazza che si è distinta non solo sul campo ma anche nella carriera universitaria e nell’impegno nella società. “Sono onorata; Antonello è per me un esempio, oltre ad essere entrambi arbitri eravamo anche compagni di università, spero di portare avanti non solo i miei sogni ma anche i suoi”, queste le parole di Giulia subito dopo la consegna della pergamena.

In copertina il Presidente di Sezione Dario Gregorio
1. Intervento del Presidente CRA Nicola Favia
2. Relatori tavola rotonda
3. Platea degli associati durante il ricordo degli arbitri scomparsi
4. Intervento padre di Antonello Giordano
5. Firma della pergamena borsa di studio di Giulia Montrone
6. Premiazione Borsa di Studio

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri