Perona: “ La passione per l’arbitraggio è essenziale”

Rovigo

Perona: “ La passione  per l’arbitraggio è essenziale”All’interno del “Progetto Donna”, seguito e coordinato a livello nazionale dal Componente del Comitato Nazionale dell'AIA Katia Senesi, con il contributo del Componente del Comitato Regionale degli Arbitri del Veneto Francesca Crispo, il Presidente sezionale Michele Ronca ha voluto ospitare una figura che è l’emblema per le donne arbitro, colei che ha raggiunto ambiti traguardi, l’arbitro internazionale della CAN 5 Élite Chiara Perona della Sezione di Biella.
Ha aperto la serata il Presidente Sezionale Michele Ronca che ha affermato di essere molto contento di questo progetto soprattutto perché ha constatato una grande crescita nel percorso delle ragazze arbitro all’interno del terreno di giuoco. Hanno voluto essere presenti all’incontro anche il Componente del Comitato Nazionale Katia Senesi e il Componente del CRA Veneto Francesca Crispo.

Prendendo la parola, Katia Senesi ha affermato di essere davvero contenta dell’iniziativa che mira a valorizzare la figura dell’arbitro donna nel mondo del calcio: “Il calcio si è dimostrato pronto ad accogliere non solo un arbitro donna, ma una terna femminile”. È intervenuta, poi, Francesca Crispo che ha esortato a “sfruttare” Chiara per qualsiasi tipologia di domanda: “Non capita tutte le sere di avere un ospite come lei, una figura che all’interno del mondo arbitrale sta raggiungendo livelli altissimi e che è di esempio per tutti”.

Chiara ha iniziato a raccontare la sua passione che coltiva ogni giorno sempre di più. “Un’avventura nata un po’ per caso. – ha detto l’Internazionale – Sono andata in Sezione a Biella a prendere i documenti per l’iscrizione al corso arbitri per un mio amico e da lì ho iniziato ad avvicinarmi a questo nostro bellissimo mondo. Bisogna vivere l’arbitraggio, coltivarlo in ogni suo dettaglio e metterci passione che è indispensabile ed essenziale. In ogni gara – ha continuato Chiara Perona – Bisogna mettere in luce tutte le proprie capacità avendo il coraggio di prendere decisioni e lavorando sulla tecnica per riuscire a scegliere nella maniera corretta e nel momento giusto”.
Piccole pillole che raccontate da Chiara sono risultate speciali, così come i tantissimi consigli dati alle ragazze che hanno seguito l’ospite con grande attenzione e ammirazione che emergeva dai loro occhi.

“Bisogna abbandonare l’idea di differenziazione tra uomo e donna. L’AIA è unica. - ha affermato il Presidente Ronca - Chiara ne è un esempio: i traguardi che ha raggiunto, non li ha raggiunti come arbitro donna, ma come arbitro”.
È intervenuta a tal proposito Katia Senesi affermando che la strada intrapresa è quella giusta: “Chiara è un esempio perfetto di come raggiungere l’obiettivo più alto. Più l’obiettivo è alto, più il lavoro deve essere intenso e costante”.
Dopo numerosi interventi di confronto, il Presidente Michele Ronca ha ringraziato Chiara per aver accettato l’invito a raccontare il suo amore per l’arbitraggio trasmettendo alle ragazze la determinazione, la necessità del duro lavoro, ma soprattutto una grande passione innata che non l’ha mai abbandonata.

In copertina l’arbitro internazionale Chiara Perona.
In gallery:
1. L'intervento del Componente Nazionale Katia Senesi;
2. Le ragazze presenti alla serata;
3. L'intervento del Presidente Sezionale Michele Ronca;
4. L'intervento del Componente Regionale Francesca Crispo.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri