In riva allo Stretto grande festa con la RefereeRUN di Reggio Calabria

In riva allo Stretto grande festa con la RefereeRUN di Reggio CalabriaSul bellissimo lungomare di Reggio Calabria, sullo sfondo lo Stretto di Messina e la cima dell’Etna imbiancata, si è svolta ieri mattina la seconda Tappa stagionale della RefereeRUN, il Campionato di corsa per arbitri di calcio. L’AIA ha raccolto innanzitutto la soddisfazione della vittoria di Luca Ursano, Sezione di Catanzaro, che si è aggiudicato il Trofeo dei Bronzi, la competizione FIDAL organizzata dall’Atletica Sciuto che ha appunto ospitato sul circuito di 10 chilometri la corsa degli arbitri. La gioia più grande per l’Associazione è stata però la partecipazione di numerosi suoi tesserati, più di 120, venuti da tutta Italia per condividere questa manifestazione pianificata da Alessandro Paone, Responsabile della Commissione Grandi Eventi dell’AIA, supportato da Vincenzo Pepe. “Ci preme evidenziare che ogni tappa vede coinvolte due Sezioni AIA. Qui hanno contribuito nell’organizzazione le Sezioni di Reggio Calabria e Messina, insieme ai Comitati Regionali di appartenenza. Alla fine siamo rimasti molto contenti per la folta partecipazione”, ha commentato Paone.
In una mattinata di sole tanta è stata la voglia di correre dei partecipanti, che finalmente sono riusciti a condividere momenti di sport e aggregazione dopo il periodo più buio della pandemia. Doppio quindi l’entusiasmo! Il circuito si è snodato tra suggestivi panorami vista mare e monumenti storici. Nella zona partenza e traguardo è stata promossa la campagna di reclutamento #DiventArbitro e raccolti fondi del Charity Sponsor AIL con l’acquisto delle stelle di natale.
La cerimonia di premiazione si è svolta subito dopo la gara, alla presenza di Carlo Pacifici, Componente Nazionale dell’AIA delegato per l’evento, e del Componente Nazionale ‘di casa’ Stefano Archinà, che è venuto a salutare i presenti. Hanno presenziato anche, insieme a numerosi Presidente di Sezione, i Componenti della CON Prof Francesco Milardi e Tarcisio Serena, nonchè il Componente CON Dil Antonino Alesi e il Responsabile della CAN D Alessandro Pizzi, che hanno anche gareggiato.
A fine cerimonia un giro di interviste a chi ha contribuito alla riuscita di questa splendida giornata dello sport. “Dopo due anni di stop questo è davvero un grande risultato, un momento di grande aggregazione con colleghi provenienti da ogni parte d’Italia. Causa pandemia il momento è ancora difficile, ma con le dovute precauzioni siamo riusciti ugualmente a divertirci”, ha detto Francesco Catona, Presidente della Sezione di Reggio Calabria, mentre Massimiliano Lo Giudice, Presidente di Messina, ha posto in risalto la partecipazione: “Una grande festa dello sport! E’ stato emozionante vedere tanti associati correre, insieme ad atleti delle varie società. Bravi tutti anche per la cautela, essendo ancora in emergenza sanitaria”.
Soddisfatti dell’organizzazione i Presidenti CRA di Calabria e Sicilia, Franco Longo e Cristina Anastasi. “Un grande ringraziamento a quanti si sono adoperati per questo memorabile evento, un’impronta che l’AIA ha lasciato sul territorio calabrese; grande è stata la voglia di correre e di vivere insieme momenti di grandi felicità”, ha commentato Longo, CRA Calabria. Sulla stessa linea d’onda la Presidente CRA Sicilia, Cristina Anastasi: “La RefereeRUN ci ha permesso di vivere il nostro spirito di associazionismo, un passo importante verso il ritorno alla normalità. Abbiamo riunito più di 120 associati, quindi una bell’opportunità per stare insieme e vivere un momento di serenità e in amicizia”, ha concluso Cristina.
Partecipazione, amicizia e voglia di fare sport sono state evidenziate anche dal Componente Nazionale Carlo Pacifici, che ha anche gareggiato: “La RefereeRUN è per gli arbitri una grande occasione che risalta lo spirito dell’Associazione. Insieme ci siamo goduti un grande evento a la voglia di partecipare indipendentemente dal risultato. Aver trovato qui a Reggio Calabria tanti ragazzi che rappresentando la propria Sezione si sono messi in gioco, divertendosi, è stato davvero bello e rassicurante per la nostra AIA”, ha concluso Pacifici.
Prossima tappa della RefereeRUN il 31 dicembre, a Roma: “E’ una data dove non ci saranno nemmeno gare di Campionato, ci aspettiamo quindi di triplicare questi grandi numeri”, ha chiosato Alessandro Paone.

RefereeRUN
Trofeo dei Bronzi

Under 30
1 - Luca Ursano (Sezione di Catanzaro)
2 - Ndao Ndongo (Sezione di Cosenza)
3 - Vladimir Giovanni Renda (Sezione di Catanzaro)

30 - 44
1 - Pietro Grande (Sezione di Catanzaro)
2 - Gianvito Fontanella Molea (Sezione di Soverato)
3 - Gaetano Massara (Sezione di Reggio Calabria)

Over 45
1 - Errico Gaglianese (Sezione di Catanzaro)
2 - Antonino Alesi (Sezione di Agrigento)
3 - Francesco Di Bellonia (Sezione di Locri)

Femminile
1 - Stefania Cedraro (Sezione di Bergamo)
2 - Antonella Figuccio (Sezione di Trapani)

Alla Sezione di Catanzaro il riconoscimento per aver partecipato con più runner, offerto dal giornalista della Gazzetta del Sud Franco Pellicanò, in memoria della sorella.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)
I nostri sponsor

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri