Ghersini: “Arbitrare vuol dire fare le cose semplici”

Genova

Ghersini: “Arbitrare vuol dire fare le cose semplici”“Come ci hanno sempre insegnato i nostri maestri, fate le cose facili perché l’arbitraggio è semplice se non vi complicate voi stessi la gara. Per raggiungere questo obiettivo dovete fare quello che si aspetta il mondo del calcio, il quale vuole che noi facciamo rispettare le regole”. Così l’arbitro della Commissione Arbitri Nazionale, Davide Ghersini, ha aperto la Riunione Tecnica per coloro che sono in forza agli Organi Tecnici Regionali e Nazionali che la Sezione di Genova ha organizzato mercoledì 24 Novembre presso la propria sede.

All’evento, insieme a tutto il Consiglio Direttivo, ha partecipato anche il Presidente Roberto Romeo che ha voluto ringraziare i ragazzi in aula per lo sforzo che stanno facendo nell’arbitrare anche le partite provinciali, oltre a quelle dei loro Organi Tecnici, per aiutare l’Associazione in questo momento difficile. L’arbitro della CAN Matteo Marcenaro ha tenuto un discorso motivazionale per spiegare ai ragazzi l’importanza dell’allenamento svolto in gruppo al polo atletico dove, oltre a lavorare sul miglioramento delle prestazioni fisiche, possono condividere le loro esperienze con gli altri colleghi.

Interessante anche l’intervento dell’osservatore della Commissione Nazionale Professionisti Massimo Serena che ha voluto stimolare così i fischietti che arbitrano per il Comitato Regionale: “Siete in un’età in cui, oltre all’arbitraggio, avete molti altri impegni che vi possono distrarre, ma è ora che capiate se volete passare a livello nazionale. E se capite questo, è necessario che vi mettiate nell’ordine di idee che dovete incominciare ad impegnarvi al massimo già da adesso”.

Ghersini ha concluso la serata proiettando dei filmati che riguardavano la collaborazione tra arbitro e assistente, spronando così i ragazzi a fare gruppo quando escono in terna: “Le squadre che arbitrate hanno sempre tre risultati a disposizione: vincere, pareggiare o perdere. Voi dovete per forza vincere perché, se soltanto uno di voi tre sbaglia un episodio, avete perso tutti. Quindi dovete aiutarvi vicendevolmente e collaborare in modo da valutare correttamente il maggior numero di situazioni di gioco possibili”.

In copertina l’arbitro della CAN Davide Ghersini.
In gallery:
1. Il Presidente di Sezione Roberto Romeo;
2. Alcuni dei ragazzi presenti alla riunione.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri