CAN 5, Falvo: “Abbiamo bisogno prima di uomini e poi di arbitri”

CAN 5, Falvo: “Abbiamo bisogno prima di uomini e poi di arbitri”Si è svolto il secondo seminario tecnico della Commissione Arbitri Nazionale di Calcio a 5, che fa parte di un ciclo di incontri che si tengono on-line ogni 40 giorni.
“Siamo tutti sulla stessa barca, quella della Associazione Italiana Arbitri, e tutti dobbiamo remare verso lo stesso porto ed essere consapevoli che la bandiera che sventola è quella del merito e non del privilegio” ha affermato il Componente del Comitato Nazionale Luca Marconi durante il suo intervento, dopo aver portato i saluti del Presidente dell’Associazione Italiana Arbitri Alfredo Trentalange, del Vice Presidente Duccio Baglioni e di tutto il Comitato Nazionale.
“Vogliamo mettere nelle vostre mani tutti gli strumenti necessari per arrivare a fine Stagione consapevoli di aver sfruttato al meglio ogni opportunità. Questo è un segnale forte che deve inorgoglire l’appartenenza a questa Commissione rappresentata da Falvo e da tutti i Componenti, espressione di un’elevata qualità umana e tecnica”.

“Saluto e ringrazio il Presidente Alfredo Trentalange, il Vice Presidente Duccio Baglioni e tutto il Comitato Nazionale per la vicinanza e l’affetto” ha affermato il Responsabile della CAN 5 Franco Falvo.
“Sono sicuro che con il vostro supporto riusciremo a raggiungere a fine Stagione gli obiettivi prefissati, non solo per la crescita degli arbitri, ma anche per l’interesse primario e precipuo del mondo del Futsal e dell’Associazione nella sua interezza”.
In seguito, il Responsabile si è soffermato sull’importanza del rispetto dei ruoli e delle funzioni: “La nostra credibilità e la credibilità del movimento passano anche attraverso i nostri comportamenti. Abbiamo bisogno prima di uomini e poi di arbitri”.

La parola è poi passata a Luigi Stella, Responsabile della Commissione Osservatori Nazionale Professionisti. “Il sistema che abbiamo costruito con le CON premia il merito. Infatti, abbiamo chiesto agli osservatori di essere liberi e coraggiosi nelle valutazioni. Tutto questo è fatto per voi, affinché possiate realmente sapere il vostro valore rispetto a quello del gruppo in cui operate. Per alcuni di voi, - ha proseguito Stella - è un momento difficile, ma dovete dimostrare di essere forti e, quindi, di essere veri arbitri”.

“Le porte della CAN 5 Élite sono aperte a tutti, ma soprattutto al merito, alla professionalità e alla competenza” ha affermato il Responsabile Angelo Galante, spronando gli arbitri a sfruttare ogni occasione per formarsi e crescere. “Cercate di imparare dagli errori”.

“Come abbiamo sempre detto fin dal raduno di inizio Stagione, - ha spiegato Francesco Peroni, Responsabile della CON 5 - il nostro obiettivo è quello di avere un unico filo conduttore tra le tre Commissioni, ovvero tra la CAN 5 Élite, la CAN 5 e la CON 5. Pertanto, le disposizioni tecniche impartite dalle varie Commissioni sono le stesse. Tutti i video che andrete a vedere, grazie alla vostra Commissione, sono condivisi, elaborati e validati da noi”.

L’incontro è poi proseguito con l’analisi degli episodi più rilevanti delle partite arbitrate dall’organico.
Ercole Vescio, Componente del Modulo Formazione: Regolamento e perfezionamento tecnico, insieme al Responsabile Falvo e ai Componenti della CAN 5 Ferruccio Barbuto, Pasquale Casale, Roberto Fichera, Antonio Gallo, Salvatore Lombardo, Antonio Mazza e Alessandro Scarpelli, coinvolgendo direttamente gli arbitri, ha posto specifici focus sulle trattenute, sul vantaggio, sul fallo di mano, sulla DOGSO e sulla SPA.

Lo stage tecnico si è concluso con i ringraziamenti agli arbitri per il lavoro svolto, da parte del Responsabile Franco Falvo, che ha colto l’occasione per lanciare un messaggio: “In questa rivoluzione copernicana e culturale ognuno di noi si deve sentire attore protagonista e non una comparsa”.

In copertina il Responsabile CAN 5 Franco Falvo.
In gallery:
1- Il Componente del Comitato Nazionale Luca Marconi;
2- Il Responsabile CON Professionisti Luigi Stella;
3- Il Responsabile CAN 5 Élite Angelo Galante;
4- Il Responsabile CON 5 Francesco Peroni;
5- Il Componente del Settore Tecnico Ettore Vescio;
6, 7- Alcuni momenti della riunione.







Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri