Lo spirito associativo degli arbitri trevigiani

Treviso

Lo spirito associativo degli arbitri trevigianiLa cena di Natale della Sezione di Treviso è stata un’occasione per incontrarsi e per riscoprire lo spirito associativo e di aggregazione che da sempre contraddistingue l’AIA.

Il benvenuto del Presidente Sezionale Calogero Castellino si è focalizzato sulle emozioni provate nel rivedersi in presenza: “Incontrarci è linfa vitale, ci ripaga dell’impegno di questi mesi, viviamo un grande entusiasmo a tutti i livelli”. Il Presidente ha poi citato gli ultimi esordi aggiungendo: “I regionali stanno facendo gruppo e i risultati sono possibili anche grazie al clima che il Presidente Giovanni Stevanato e il suo Comitato hanno creato. Ricordiamoci che tutto questo è possibile grazie al supporto di coloro che ci consentono di realizzare i nostri sogni”.

Durante la serata, è stato dedicato ampio spazio ai rappresentanti dell’Associazione. Il Responsabile della Commissione Arbitri Nazionale del Calcio a 5 Francesco Peroni ha aperto gli interventi: “Condividere questi momenti rappresenta il fondamento di una vita dedicata alla passione per l’arbitraggio. La valorizzazione degli associati guida le Commissioni dedicate agli osservatori, affinché ogni partita possa essere un’occasione di perfezionamento del team arbitrale”.

Il Presidente Regionale Stevanato ha ricordato: “Grazie a chi ci supporta nella nostra passione; vogliamo che il divertimento sia la base della nostra attività, perché entusiasmo e lavoro intenso possano coesistere raggiungendo importanti traguardi insiti negli arbitri veneti”.

Nel suo saluto il Componente del Comitato Nazionale Antonio Zappi ha voluto sottolineare: “Il vostro slogan “unica grande famiglia” è visibilmente parte del vostro essere, attraverso la solidarietà e la partecipazione che dimostrate. Vogliamo preservare - ha rimarcato Zappi - la vostra passione e per questo siamo fortemente impegnati nel disegno di legge contro la violenza, che speriamo possa diventare legge a breve. Grazie a tutti e in particolare al Presidente Regionale per la grande carica tecnica e motivazionale che sta trasmettendo ad ognuno di noi”.

A chiudere l’evento, primo ritorno a un’attesa normalità, il Componente del Comitato Nazionale Luca Marconi: “Lo spirito di appartenenza che dimostrate non è comune. Noi diventiamo arbitri quando fischiamo la prima volta, ma poi lo siamo per sempre, ed è quindi stato fondamentale per noi dare la possibilità di ritrovarsi a chi questa passione la sente come parte di sé. A nome del Presidente dell’Associazione Italiana Arbitri Alfredo Trentalange e di tutti noi, vi auguriamo di trascorrere delle festività serene e un 2022 da vivere insieme, vicini e felici”.

La cena di Natale della Sezione di Treviso ha visto una nutrita partecipazione accompagnata dalla caratura degli ospiti: i Componenti del Comitato Nazionale Luca Marconi e Antonio Zappi, il Presidente del Comitato Regionale Veneto Giovanni Stevanato accompagnato dai Componenti Biagio Carbone e Gregorio Mason, nonché il Responsabile della Commissione Osservatori Nazionali del Calcio a 5 (CON 5) Francesco Peroni accompagnato dai Vice Commissari Luca Davigo e Angelo Passarani.
Presenti anche i rappresentanti trevigiani Claudio Zuanetti Componente della CON 5, Stefano Lena Componente del Settore Tecnico, Stefano Lecca Componente del Servizio Istruttivo Nazionale e Gaudenzio Raffaelli Componente del Comitato Regionale Veneto.

Foto di Marua Ouertani

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)
I nostri sponsor

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri