Corso Arbitri: il successo del doppio tesseramento

Este

Corso Arbitri: il successo del doppio tesseramentoSi è concluso poco prima delle festività natalizie l'ultimo Corso Arbitri organizzato dalla Sezione AIA di Este. Tutti e dieci i ragazzi hanno superato a pieni voti l'esame del 20 dicembre; un appuntamento al quale ha presenziato anche il Componente del Comitato Regionale Arbitri del Veneto Mario Schembri.

Tra le fila dei giovani neo arbitri, di età compresa fra i 14 ed i 19 anni, sono presenti anche tre ragazze che hanno rinfoltito il sempre più numeroso “gruppo rosa” dei direttori di gara della Bassa Padovana, desideroso di raggiungere i recenti successi di Maria Sole Ferrieri Caputi, prima donna arbitro che ha diretto una squadra di Serie A in competizione ufficiale.

Completano il gruppo quattro ragazzi attualmente calciatori presso le Società del territorio, i quali usufruiranno del cosiddetto “doppio tesseramento” previsto dalle nuove norme federali e associative. Questo risultato testimonia la bontà di una norma tanto attesa: i giovani fischietti hanno dimostrato di apprezzare molto la possibilità di avvicinarsi al mondo arbitrale senza abbandonare il gioco del calcio o la loro squadra, cercando così di coltivare una crescita sportiva su entrambi i fronti.

Proprio sul tema della formazione ha voluto soffermarsi Ilie Rizzato, Presidente della Sezione di Este, che ha elogiato il lavoro di reclutamento svolto nel corso delle ultime Stagioni Sportive dai suoi collaboratori: “Negli ultimi 12 mesi la Sezione ha investito della qualifica arbitrale quasi 30 giovani che sono entrati in un’associazione capace di essere un punto di riferimento non solo sportivo, ma anche educativo, accrescendo così il valore della responsabilità e del rispetto delle regole”.

Tutti i neo immessi si sono dimostrati molto ambiziosi e desiderosi di migliorare: “Ho scoperto il Corso Arbitri grazie ad un mio amico che è già all'interno dell'Associazione; mi sono subito interessata perché seguo molto il calcio e l'ho vista come una buona opportunità per uscire dalla mia zona di comfort” ha affermato Francesca Corò, 18 anni, una volta superato l’esame.
Queste, invece, le parole di Jacopo Rocchetto, 16 anni: “Arbitrando spero di sviluppare una maggiore consapevolezza sui miei mezzi e di guadagnare la giusta capacità di giudizio anche sotto pressione”.
Di seguito, i nomi dei neo arbitri oltre a Francesca e Jacopo: Filippo Bernabei, Angelica Bertagnon, Roberto Chiriac, Mattia Dalla Bona, Erjon Dedej, Margherita Guariento, Giovanni Maistrello e Giacomo Pulze.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri