Dario Pezzuto: “Bisogna dare sempre il massimo”

Belluno

Dario Pezzuto: “Bisogna dare sempre il massimo”Nelle splendide e storiche sale della Birreria Pedavena, gli arbitri bellunesi si sono incontrati per una Riunione Tecnica d’eccezione tenuta da Dario Pezzuto, arbitro internazionale di Calcio a 5 della Sezione di Lecce, simbolo di esperienza e di preparazione tecnica.

Dopo i doverosi saluti iniziali, a rapire letteralmente l’attenzione di tutta la platea, arricchita anche dalla presenza di associati militanti nel Calcio a 5 e non solo delle Sezioni venete, ci ha pensato Dario che, con la semplicità di un abile comunicatore, ha trasmesso a tutti, attraverso digressioni e aneddoti vari, passione, entusiasmo, preparazione e “fame”.

Dario, ripercorrendo la propria esperienza personale, il proprio cammino di difficoltà, opportunità, soddisfazioni e successi, ha spiegato all’attenta e vivace platea quali valori e abilità occorre sviluppare e acquisire per arrivare a operare a certi livelli.
Più volte l’ospite ha ribadito: “Nella vita e nell’arbitraggio bisogna sempre dare il massimo, avere obiettivi fattibili e chiari, procedere per step, prepararsi sul Regolamento e sulle casistiche, analizzare le proprie prestazioni con occhio critico, condividere e ascoltare le esperienze dei colleghi, allenarsi regolarmente e con qualità. Solo con questo approccio si potranno raggiungere livelli sempre superiori. Imparare dal passato, concentrarsi sul presente e prepararsi al futuro”.

Dario si è poi soffermato sull’approccio che l’arbitro deve avere alla gara: “Prima della partita bisogna prepararsi e creare un clima di assoluta positività; durante, bisogna leggere la gara, capire il contesto, applicare correttamente ciò che si ha studiato e interiorizzato, saper comunicare, essere uniformi e applicare gli automatismi insiti nel team work. Al termine della gara bisogna ascoltare i consigli degli osservatori e, soprattutto, rivedere con sano spirito autocritico la propria prestazione. Tutto questo, però, senza dimenticarsi della parte fondamentale che muove la nostra passione per questa attività: il divertimento”. Dario, infatti, ha concluso l’intervento con una frase significativa e ad effetto “Divertitevi seriamente. Divertitevi perché il divertimento è alle base di tutti gli sport, è ciò che ci spinge a fare tutto quello che facciamo; seriamente perché solo con qualità e serietà possiamo ottenere certi obiettivi. La bellezza ed efficacia di questo connubio è insita nella reciproca autogenerazione”.

Sono intervenute per un saluto a tutti gli associati diverse istituzioni e personalità del mondo federale e arbitrale: il Componente del Comitato Nazionale Antonio Zappi, il Componente CAN 5 Alessandro Scarpelli, il Componente CON 5 Claudio Zuanetti, il Componente del Settore Tecnico Francesco Scarpelli e il neo associato e Dirigente Benemerito AIA Aldo Bertelle. In rappresentanza del Comitato Regionale Arbitri del Veneto erano presenti i Componenti del Calcio a 5 Biagio Carbone e Gaudenzio Raffaeli.
Vicinanza delle istituzioni locali è stata espressa dal Sindaco di Pedavena Nicola Castellaz e dall’Assessore alla Gestione del territorio e Protezione Civile del Comune di Feltre Adis Zatta; inoltre, un saluto cordiale è stato portato dal Vice Presidente del Comitato Regionale LND-FIGC Patrick Pitton, dal Delegato LND di Belluno Orazio Zanin e dal Consigliere Regionale Veneto Maurizio Giacomelli.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)
I nostri sponsor

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri