Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

A Farina il calcio d'inizio della finale allievi

Alessandro Apruzzese - 24/06/2008, 19:29

Simbolico quanto pieno di significato del calcio d’inizio di Stefano Farina nella finalissima allo stadio Bernicchi di Città di Castello. L’arbitro internazionale più anziano della CAN, inviato dal Presidente Cesare Gussoni, ha così ricordato nella finale della massima competizione giovanile un ragazzino tragicamente scomparso a Roma durante una gara del Settore giovanile. Proprio al giovane “Castelli” è stato intitolato anche il premio “fair-play” assegnato alla Maceratese. Poi il fischio del direttore di gara Albertini di Ascoli Piceno, coadiuvato da Pignati di San Benedetto e Serpilli di Ancona, e sotto lo sguardo dei massimi vertici federali. Lo scudetto Allievi rimane a Milano dove l’Inter si impone di misura sull’Empoli. Nella finalissima giovanissimi tra Empoli ed Atalanta (2-3), è la squadra bergamasca a trionfare in un’avvincente gara, diretta da Bottegoni di Terni coadiuvato da Ferentilli di Terni e Costanzo di Orvieto.
I Dirigenti e le quattro squadre si sono poi ritrovati, nel finale, in uno spazio antistante lo stadio dove si è svolto il “terzo tempo”, e dove la Protezione Civile insieme al Settore Giovanile e Scolastico della FIGC, hanno allestito una cucina da campo.

Nella foto: Stefano Farina batte il calcio di inizio

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente