Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Il fischio finale di De Robbio

21/10/2009, 16:39

Francesco De Robbio (per tutti Ciccio), nasce a Torre Annunziata l’11 novembre 1926.
Nella stagione ‘60/’61 inizia una lunga e gloriosa carriera arbitrale, contraddistinta non solo dalla dedizione e dall’impegno che riversava in quella che è la sua più grande passione, ma soprattutto da una solarità ed un’allegria che rendono Ciccio ben voluto da tutti.
Figura di rilievo nel panorama arbitrale italiano ed internazionale dal 1960 al 1970, arbitra al fianco di nomi illustri quali Lo Bello, Di Tonno, Campanati, Jonni e Sbardella. Il suo arbitraggio semplice e corretto diventa motivo di stima da parte di colleghi e non, e rende possibile l’instaurazione di un rapporto quasi paterno con i calciatori, che spesso scherzano con lui prima e dopo una partita. Tra i numerosi eventi che sottolineano la sua forte personalità si ricorda una partira Inter-Cagliari, in cui, a seguito del lancio di una moneta in campo da parte della tifoseria neroazzurra, decreta la vittoria a tavolino della formazione sarda, meritandosi l’appellativo di “Arbitro della monetina”.
Designatore arbitrale per la CASP di Firenze, commissario speciale per la CAN, dirige Cagliari-Bari il 12 aprile 1970, ultima partita della sua memorabile carriera, in cui si consacra il primo scudetto per i cagliaritani.
Il 20 ottobre 2009 Ciccio ha emesso il suo “ultimo fischio”, spegnendosi nella sua città, Salerno, e lasciando un vuoto incolmabile nei cuori dei familiari, che lo ricordano come un marito, un padre e un nonno affettuoso, semplicemente straordinario e il cui sorriso li accompagnerà per sempre.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente