Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Consegnato a Massini il premio Presidenza A.I.A.

Pietro Taranto - 02/12/2011, 12:06

Sezione di Roma 1
Era tanto che lo aspettava e finalmente è arrivato il momento di riceverlo; e quale miglior occasione della ormai tradizionale riunione tecnica specifica per la disciplina, per consegnare un così prestigioso premio?
Stiamo parlando del Premio Nazionale Presidenza A.I.A. relativo all’arbitro della CAN5 particolarmente distintosi nella stagione 2003-2004, conseguito dall’arbitro internazionale Francesco Massini, e consegnato lo scorso ottobre al Presidente Roberto Bonardo durante l’incontro nazionale a Cavalese.
Per l’occasione, lunedì 28 novembre, in una sala riunioni di Roma1 gremita, c’erano veramente tanti vip e tanti addetti ai lavori: il componente del Comitato Nazionale A.I.A. Umberto Carbonari, il Commissario CAN5 Massimo Cumbo, l’intero Consiglio Direttivo Sezionale, e moltissimi colleghi arbitri ed Osservatori di altre sezioni del Lazio, tra cui l’arbitro internazionale Francesca Muccardo della sez. di Roma2.
La riunione è iniziata con il saluto del Presidente Bonardo che ha sottolineato l’importanza di questa giornata da lui fortemente voluta in onore di Francesco, ringraziandolo personalmente per tutto quello che ha fatto e continua a fare per la sezione, unitamente al lustro che da alla stessa quando arbitra a livello sia internazionale che nazionale.
Subito dopo ha preso la parola Umberto Carbonari, che ha tenuto a precisare che, da Presidente di sezione, la realtà del calcio a 5 era da lui praticamente sconosciuta per l’assenza di campionati della disciplina nella zona del viterbese; al contrario, da dirigente si è reso conto, partecipando ai vari raduni nazionali della CAN5 (Riccione e Sportilia) e alla final four di coppa Italia regionale dello scorso anno a Civitavecchia, che il “movimento calcio a 5” è una grandissima realtà sia in numeri che in qualità. Ha concluso l’intervento preannunciando l’intenzione da parte del Comitato Nazionale, di creare dalla prossima stagione sportiva, una sottocommissione sempre sotto il controllo del Commissario CAN5.
A seguire ha preso la parola Massimo Cumbo, che ha ricordato come Roma1 sia stata la prima sezione ad organizzare, a partire dalla stagione 1992-1993, riunioni tecniche mensili specifiche sulla disciplina, cosa fortemente voluta dal movimento calcio a 5 che in quegli anni iniziava ad ingrandirsi; queste riunioni da allora, ininterrottamente, si svolgono regolarmente ogni mese, unica sezione d’Italia ad avere questo primato oramai ventennale. Parlando di Francesco Massini, il Commissario CAN5 ha sottolineato come dia lustro non solo alla sezione, ma a se stesso, alla CAN5 e, soprattutto all’A.I.A.; a tal proposito, ha ricordato la recente trasferta di Francesco in Portogallo, preannunciando i prossimi impegni per il nostro “fiore all’occhiello”: raduno “first level” dell’UEFA a Praga (5 dicembre) e qualificazioni ai Campionati del Mondo in Ungheria (14-19 dicembre); Massimo ha quindi concluso il suo intervento augurando a Francesco Massini di essere designato il prossimo anno per dirigere gare del Campionato Europeo in Croazia.
Tra un intervento ed un altro, sono stati proiettati alcuni splendidi video relativi al Centenario dell’A.I.A., ed altri riguardanti gli arbitri ed Osservatori Arbitrali della CAN5.
A conclusione della serata, il momento più importante: la consegna a Massini della medaglia del Premio Nazionale Presidenza A.I.A., con un simbolico abbraccio, sia da Umberto Carbonari che da Massimo Cumbo.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente