Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Incontro conclusivo per il progetto UEFA "Talent&Mentor"

Sara Mainella - 07/05/2014, 17:45

CRA Lazio
Sabato 3 maggio, presso la Sezione di Roma 1 "Generoso Dattilo" si è tenuta la riunione conclusiva del progetto UEFA "Talent&Mentor". Alla presenza del Presidente della Sezione, Roberto Bonardo, del Vice-Presidente del Comitato Regionale Arbitri del Lazio, Sergio Coppetelli, dell'Organo Tecnico per la Prima Categoria Andrea Sorrentino, i Mentor Riccardo Tozzi e Luca Palanca hanno illustrato e discusso sui punti di crescita comune degli otto Talent della regione, a partire da Andriambelo Tsiferana di Roma 1, per continuare con Andrea Esposito di Ostia Lido, Marco D'Ottavio di Roma 2, Michele Lupoli di Latina, Giuseppe Morello di Tivoli, Yan Giacobini di Roma 2, Gianpaolo Jorgij di Albano e Andrea Abbatangelo di Frosinone.
Dopo l'apertura di riunione affidata al Presidente Bonardo,la parola è passata a Sergio Coppetelli, il quale ha sottolineato l'importanza di tale progetto e la fortuna che hanno avuto questi ragazzi nell'essere accompagnati e seguiti ogni domenica da due eccellenze arbitrali quali Palanca e Tozzi. Coppetelli ha anche evidenziato la difficoltà riscontrata sull'approccio mentale, soprattutto l'ansia e la poca serenità in campo dei giovani colleghi. "L'uomo, come la pianta, rinasce lì dove è spezzato": per questo l'importante è saper gestire la partita e la propria mente dopo l'errore appena commesso, tenendo sempre presente la conoscenza e padronanza del regolamento, il coraggio e la forza di fischiare ciò che si vede, ed il coraggio e la forza di scrivere ciò che si sente. Arbitri non si è solo la domenica. La formazione, la presenza e la consecutività fanno il carisma dell'Arbitro, il quale deve avere una presenza costante già dai primi 20 minuti di gioco, un controllo sereno ma totale, e soprattutto non schematico.
Dopo un'apertura di riunione così intensa, la parola è passata ai due "Mentor", i quali hanno appunto evidenziato i punti di crescita comune avendo riguardo alla concentrazione,uniformità e precisione, allo spostamento e posizionamento, al legame tra "soglia del fallo" e gestione disciplinare,alle ammonizioni sul fallo di mano e alle situazioni di pallone in gioco e non in gioco.
La riunione si è conclusa con l'analisi della stagione dei giovani "Talent", nella quale si sono evidenziati sia i punti di forza, sia quelli in cui è necessario lavorare per ottimizzare, in ottica futura, il proficuo lavoro di un'intera stagione.

Nella foto in alto il gruppo Mentor&Talent con il Presidente di Roma 1, Roberto Bonardo.
Nelle altre foto, alcuni momenti della riunione.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente