Associazione Italiana Arbitri

100 anni: 1911-2011

Sito web ufficiale dell'Associazione Italiana Arbitri

Ad Aleandro Di Paolo il Premio “Carlo I D’Angiò”

11/08/2014, 09:15

Sezione di Avezzano
Recentemente si è svolta a Scurcola Marsicana, piccolo centro a pochi chilometri da Avezzano, la nona edizione del Premio Internazionale “Carlo I D’Angiò”, prestigioso riconoscimento attribuito annualmente a personalità che si sono distinte nel campo culturale, storico, artistico, attuando una costante promozione e crescita del nostro Paese e in particolare della regione Abruzzo nel mondo. Esso consiste in una splendida opera d’arte scultorea forgiata nel bronzo, realizzata dal maestro Egidio Ambrosetti. Una scultura a tutto tondo che riproduce il disco-corazza del popolo dei Marsi, con il rilievo del Re Carlo D’Angiò a cavallo, su una faccia, mentre sull’altra il simbolo abbaziale dell’Abbazia Cistercense Francese di Santa Maria della Vittoria; il tutto sormontato da guglie e nuvole che rappresentano le Alpi e quindi il contatto diretto della nostra nazione con i cugini d’oltralpe, tedeschi e francesi, che si contesero nel territorio dei Marsi, presso Scurcola Marsicana, nel 1268, il Regno delle due Sicilie.
Il Premio, che vanta un’ampia risonanza sia a livello nazionale che internazionale, che lo rendono una delle più prestigiose manifestazioni storico-culturali della regione Abruzzo, è organizzato dal Centro Studi Carlo I° D’Angiò e istituzionalizzato dal Comune di Scurcola Marsicana.
Quest’anno il premio come personaggio sportivo è stato consegnato ad Aleandro Di Paolo e rappresenta per lui, per il movimento arbitrale abruzzese e non solo un riconoscimento di grandissimo valore umano e socio-culturale.
Ad Aleandro vanno i più vivi complimenti da parte di tutti gli amici e dei colleghi arbitri della sezione “Giacomo Ferri” di Avezzano.

Nella foto, Di Paolo mentre ritira il premio.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro" (aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Pagina precedente