41 nuovi arbitri entrano a far parte della Sezione di Udine

41 nuovi arbitri entrano a far parte della Sezione di Udine

Sezione di Udine

Nei giorni scorsi si sono tenuti gli esami del Corso Arbitri iniziato ad ottobre. Quarantuno ragazzi, tra cui dieci ragazze e tredici ragazzi con doppio tesseramento, hanno deciso di intraprendere questo cammino che li porterà a crescere e fare numerose nuove esperienze sia singolarmente sia in gruppo, certamente invogliati anche dall’intervento nelle scuole da parte degli associati della Sezione e del fischietto in forza alla Commissione Nazionale di Serie A e B (CAN) Luca Zufferli, che con un discorso motivazionale e intrigante ha convinto molti giovani ad intraprendere questa avventura.

Gli aspiranti arbitri hanno partecipato attivamente alle lezioni tenute dai vari associati, che, con l’aiuto del materiale didattico, hanno dedicato con passione il proprio tempo a spiegare e semplificare le 17 regole presenti nel Regolamento del Giuoco del Calcio.

L’esame era costituito da una prima prova scritta seguita da una breve discussione orale con la Commissione composta dal Vicepresidente Michelangelo Tranchina, il Presidente di Commissione Giorgio Pestrin e l’osservatore Luca Signor.

Alcuni ragazzi hanno raccontato la propria esperienza sul Corso Arbitri, come Alberto: “Mi sono divertito molto a seguire il corso, mi è piaciuto il fatto che quasi ogni volta ci fosse un relatore diverso. In questo modo si ha la possibilità di vedere varie modalità di approccio al Regolamento e di spiegazione dei casi particolari. Anche solamente il loro dare informazioni riguardo al proprio background da arbitri è interessante, dato che mette in luce varie possibilità di ‘carriera’. Qualche lezione è stata tenuta da relatori di Futsal e Beach Soccer, un dettaglio particolare che ha catturato la mia attenzione. Volendo provare qualcosa di nuovo e da calciatore vedendo la figura dell’arbitro dall’esterno, ho deciso di mettermi in gioco”.

Nicolò invece in merito ha detto: “Il Corso Arbitri è stato un’esperienza che tutti gli appassionati di calcio dovrebbero provare almeno una volta nella vita. A livello tecnico il corso mi ha permesso di conoscere il Regolamento nei dettagli e a livello personale e sociale è riuscito a darmi qualcosa di ancora più grande. Conoscere nuove persone, confrontarsi, divertirsi e al tempo stesso imparare è una cosa indescrivibile. Partecipare al corso, quindi, significa scoprire un mondo. Ho deciso di partecipare al corso per crescere ed essere più responsabile, senza però sottovalutare il divertimento. Un’altra cosa che mi ha spinto a partecipare è stata la presenza di alcuni valori fondamentali, che quasi mai si trovano nelle squadre di calcio. Il senso di appartenenza ad un’Associazione, la voglia di migliorare sempre di più, l’impegno di tutto il gruppo e soprattutto la grandissima passione sono aspetti comuni anche della mia idea di sport".

Tra i nuovi arbitri, due ragazze hanno spiegato il perché della loro scelta, come Federica: “A scuola abbiamo assistito ad un incontro per avvicinarci al mondo dell’arbitraggio, più in particolare per farci conoscere i compiti che un arbitro svolge. Da questo intervento ho scoperto con grande stupore che essere un arbitro può essere affascinante soprattutto perché trovo che alleni il senso della responsabilità e la capacità decisionale. La sensazione positiva che avevo riguardo a questa attività ha avuto una conferma positiva, sono pronta a mettermi in gioco, sono pronta ad uscire dalla mia zona comfort e trovo che provarci potrebbe avere per me un risvolto positivo”.

Maddalena invece ha detto: “Ho sempre seguito il mondo del calcio e mi ha sempre affascinato la figura dell’arbitro. Insieme ad una mia amica abbiamo deciso di provare ad intraprendere quest’avventura è così mi sono iscritta al corso. Spero che sia un’esperienza che mi faccia cresce e soprattutto mi faccia apprezzare ancora di più, da un altro punto di vista, il calcio”.

La Sezione di Udine è orgogliosa di accogliere questo gruppo numeroso di ragazzi pieni di entusiasmo che non vedono l’ora di scendere in campo.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)
I nostri sponsor

Partner solidale

Copyrights © 2021-2024 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri