A Giovanni Ayroldi il premio nazionale “Un Fischio tra le onde”

A Giovanni Ayroldi il premio nazionale “Un Fischio tra le onde”

Sezione di Civitavecchia

Grande partecipazione alla ventesima edizione della manifestazione “Un Fischio tra le onde”, tornata in presenza dopo due anni per lo stop imposto dal Covid. Il premio nazionale, promosso dalla Sezione AIA di Civitavecchia che si è svolto presso la sala conferenze dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centro-settentrionale, è stato consegnato all’arbitro della Commissione Arbitri Nazionale Serie A e B Giovanni Ayroldi. “È un riconoscimento importantissimo che cercherò di onorare ogni volta che scenderò in campo. Ho avuto la fortuna di avere una famiglia di arbitri - ha spiegato Ayroldi - e questo mi ha aiutato a far crescere questa passione. Siamo in un momento storico particolare e per questo invito soprattutto i giovani a non mollare e a divertirsi sempre. In pochi raggiungono le categorie nazionali ma ogni esordio può rappresentare la vostra Serie A”.

Tanti i Dirigenti Nazionali e Regionali presenti alla serata a partire dal Componente del Comitato Nazionale dell’AIA Carlo Pacifici: “Finalmente abbiamo riaperto le porte delle nostre sezioni che sono un punto di riferimento importante per la nostra Associazione. Sono contento di vedere tanti giovani che sono il presente ma soprattutto il futuro dell’AIA”, ha detto.

Presenti in platea anche l’arbitro CAN Federico La Penna, gli assistenti CAN Claudio Barone, Valerio Colarossi, Daisuke Emanuele Yoshikawa e la Commissione del Comitato Regionale Arbitri Lazio guidata nell’occasione dal Vice Presidente Fabrizio D’Agostini: “È stata una stagione complicata ma grazie allo spirito di squadra di tutte le componenti siamo riusciti a svolgere un ottimo lavoro che ha portato tanti nostri associati al passaggio agli organici nazionali”.

Nel corso della manifestazione sono stati premiati gli arbitri, gli assistenti e gli osservatori che si sono maggiormente distinti nel corso della Stagione Sportiva che si sta avviando alla conclusione. “Siamo ripartiti con tanto orgoglio ed entusiasmo – ha ricordato il Presidente sezionale Gian Luca Ventolini – e questa manifestazione così apprezzata a livello nazionale è la giusta sintesi del nostro lavoro”.

Lavoro apprezzato anche dal Sindaco di Civitavecchia Ernesto Tedesco che ha portato il saluto e la vicinanza dell’Amministrazione Comunale: “E’ un grande prestigio avere una Sezione AIA nella nostra città, e siamo orgogliosi di ospitare una manifestazione così importante”.

Questi i riconoscimenti principali assegnati nel corso della manifestazione: premio sezionale interno ad Angelo Di Curzio e Andrea Gentilezza; premio alla carriera a Paolo De Angelis (unico arbitro civitavecchiese ad aver diretto in Serie A), premio “Patrizio D’Alessio” a Giovannino Marseglia, premio “Alesssandro Avallone” a Marco Mastropietro, premio “Luigi Maccari” per il Calcio a 5 ad Andrea Cattaneo, premio “Sor Cattaneo” ad Alberto Cozzolino.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri