A Lamezia Terme il Consiglio Centrale dell’Associazione Italiana Arbitri

A Lamezia Terme il Consiglio Centrale dell’Associazione Italiana Arbitri

L’Associazione Italiana Arbitri è un punto di riferimento a livello internazionale e vogliamo che rimanga tale”. Così il Presidente dell’AIA Carlo Pacifici ha aperto il Consiglio Centrale che si è svolto oggi a Lamezia Terme. Oltre a tutto il Comitato Nazionale, erano presenti i Responsabili degli Organi Tecnici Nazionali, i Presidenti dei Comitati Regionali e Provinciali, i Delegati degli Ufficiali di Gara ed i Responsabili delle Commissioni Associative. 

I nostri pilastri sono passione e competenza – ha aggiunto Pacifici - L’Italia è al centro delle dinamiche del calcio, del futsal e del beach soccer, lo testimoniano le partecipazioni di grandi dirigenti ai nostri incontri come ad esempio Collina, Rosetti e Galan. Per i nostri ragazzi e le nostre ragazze la cosa più bella è quella di parlare di tecnica. Per questo vogliamo sempre tenere al centro della nostra azione l’attività tecnica, perché siamo una componente tecnica e tale dobbiamo rimanere”. 

Il Presidente dell’AIA ha poi ripercorso alcuni dei progetti portati avanti negli ultimi mesi: rapporto costante con Ministero dell’Istruzione che riconosce il valore etico, morale ed educativo dell’AIA; le iniziative #DiventArbitro per il reclutamento con clip promozionali pubblicate sui social ufficiali dell’Associazione e trasmessi sulle televisioni; il potenziamento del Doppio Tesseramento ampliato fino al 19° anno; l’aumento dei rimborsi spese sia come diaria sia come indennità chilometrica; l’individuazione della nuova sede dei raduni nazionali precampionato a Cascia; l’Assemblea dei Presidenti di Sezione ad Ascea; la messa a disposizione di materiale didattico per calcio e futsal; lo sviluppo del servizio informatico; il progetto CON Form per la formazione degli osservatori regionali; l’Erasmus Arbitrale come esperienza all’estero non solo sportiva ma anche di vita; gli scambi sezionali “Dai quali emerge il grande entusiasmo e l’accoglienza che i ragazzi trovano in altre Sezioni – ha detto Pacifici – All’interno della nostra Associazione infatti non abbiamo muri di alcun tipo”; l’apertura in termini di comunicazione e trasparenza; il lavoro legato alla riforma dello sport; l’avvio del nuovo corso per dirigenti; il tavolo dei Presidenti; lo statuto per le Sezioni ed il nuovo codice etico; il protocollo d’intesa con il partner solidale AIL; l’adesione alla campagna ‘Uniti dagli stessi colori’: ”Sapere che ragazzi provenienti da territori lontani sono oggi Presidenti di Sezione è un motivo di orgoglio”; l’organizzazione di Webinar Tecnici Arbitrali con i migliori formatori e arbitri nazionali; il materiale del Settore Tecnico e l’individuazione di un referente per ogni Sezione; la proposta per un'indennità di fine attività dopo la dismissione della CAN.

Un argomento particolare ha riguardato il tema della violenza sui direttori di gara, che ha evidenziato, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, un aumento dei casi registrati in Italia dall’inizio della Stagione Sportiva ad oggi. Si tratta di 362 episodi (di cui 18 nei confronti di donne e 31 nel settore del calcio a cinque), la maggior parte commessi da tesserati, contro i 199 della passata Stagione. Sono invece diminuite le violenze gravi da 65 a 39 ed i relativi giorni di prognosi da 344 a 203. “Bisogna lavorare su vari fronti e progetti – ha specificato Pacifici – Abbiamo iniziato un percorso anche con i Comuni, attraverso un protocollo d’intesa con ANCI. E’ poi sempre in discussione la proposta di Legge che prevede un inasprimento dei Daspo”.

Il Vice Presidente Alberto Zaroli ha illustrato le decisioni assunte nel corso del Comitato Nazionale sugli organici nazionali. “Parliamo inevitabilmente di numeri ma ricordiamoci sempre che dietro ai numeri ci sono delle persone - ha dichiarato - Vale per chi viene promosso a coronamento di impegni e sacrifici ma vale ancora di più per chi viene dismesso, terminando un percorso e dovendo a volte riprogrammare la propria vita". Zaroli ha poi illustrato l’adesione dell’AIA alla staffetta solidale ‘Run4Hope’ il cui ricavato sarà destinato ad AIL, partner solidale, con cui si è collaborato anche per l’iniziativa delle uova di Pasqua #maipiùsognispezzati (presenti anche in sala) attraverso la realizzazione di clip con protagonisti giovani arbitri.

Il Comitato dei Garanti ha poi esposto l'iter relativo al nuovo Codice Etico, mentre la Commissione Esperti Amministrativi, gli Esperti Legali, il Servizio Istruttivo Nazionale ed i Probi Viri hanno ripercorso il lavoro svolto in questa Stagione Sportiva. Presente al Consiglio Centrale il Segretario dell'AIA Silvia Moro.

Il Responsabile del Settore Tecnico Arbitrale Matteo Trefoloni ha illustrato l’attività in corso per un continuo aggiornamento del materiale formativo da mettere a disposizione delle Sezioni e dei Comitati Regionali e Provinciali. “Stiamo attuando un lavoro di match analisys su partite di Serie C e Serie D dalle quali vengono estratti gli episodi più significativi sotto i profili del management e della collaborazione, aspetti che fanno la differenza in termini arbitrali – ha spiegato – Nella piattaforma, dove sono già presenti video didattici formativi, saranno inseriti altri 100/120 episodi già validati che saranno a disposizione per un loro utilizzo nelle riunioni tecniche di Sezioni e CRA/CPA”.

Hanno poi preso la parola i Componenti del Comitato Nazionale, che hanno approfondito una serie di tematiche: Riccardo Camiciottoli (implementazione informatica), Andrea Mazzaferro (scambi sezionali), Luca Marconi (sviluppo del futsal), Michele Affinito (tessere e corso per dirigenti), Katia Senesi (protocollo con l’Università di Macerata, accordi per corsi di formazione, nuova relazione osservatori, training lab, woman project), Stefano Archinà (CON Form). Antonio Zappi (che tra i vari temi ha seguito quelli della Riforma del Lavoro Sportivo e del progetto Erasmus Arbitrale) era collegato da remoto al Comitato Nazionale della mattina.

Non è mancato un intervento dei Responsabili dei vari Organi Tecnici Nazionali Gianluca Rocchi (CAN), Maurizio Ciampi (CAN C), Riccardo Tozzi (CON Prof), Alessandro Pizzi (CAN D), Luca Gaggero (CON Dil), Angelo Galante (CAN 5 Elite), Franco Falvo (CAN 5), Alessandro Scarpelli (CON 5), Alfredo Balconi (CAN Beach Soccer), Michele Conti (CON Beach Soccer). “Questa è la dimostrazione dell’importante lavoro tecnico che c’è dietro ad arbitri, assistenti e osservatori” è intervenuto Pacifici.

Durante la mattinata si era svolta una riunione del Comitato Nazionale, in cui sono state affrontate tematiche relative sia all’analisi di alcuni progetti in essere (Erasmus Arbitrale, CON Form, ecc) sia alla programmazione della nuova Stagione Sportiva.

Per il Consiglio Centrale è stato anche effettuato da Poste Italiane un annullo filatelico speciale su una cartolina celebrativa dell'evento con il francobollo emesso in occasione dei 100 anni dell'AIA. I presenti sono stati accolti a Lamezia Terme dal Presidente del Comitato Regionale Arbitri della Calabria Franco Longo e da tutti i Presidenti di Sezione del territorio.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)
I nostri sponsor

Partner solidale

Copyrights © 2021-2024 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri