Accolti gli arbitri di Udine del progetto ‘Scambiamoci’: “Esperienza bella e formativa”

Accolti gli arbitri di Udine del progetto ‘Scambiamoci’: “Esperienza bella e formativa”

Sezione di Taranto

Il progetto AIA che prevede ‘Scambi tecnici’ interregionali di arbitri dell’Organo Tecnico Sezionale, sta risultando una brillante iniziativa che permette ai giovani fischietti coinvolti di vivere esperienze da nazionali. Ovvero viaggiare, arbitrare partite sempre della loro categoria ma in realtà diverse, fare nuove conoscenze.

Uno di questi scambi, battezzato ‘Scambiamoci’, ha interessato le Sezioni AIA di Taranto e Udine, la cui prima tappa si è svolta nella città pugliese dal 15 al 17 marzo, con protagonisti i seguenti arbitri: Davide Bolzano, Fabio Blanchin, Pietro Micoli, Andrea Poiana e Luca Tomat, accompagnati sui campi dal Presidente sezionale Cristian De Franco e da altri tre dirigenti sezionali, che hanno arbitrato quattro gare di Juniores Regionali e una di Under 17 Regionale.

Il primo giorno questi giovani arbitri arrivati dal Friuli, nel pomeriggio si sono recati presso i locali della Sezione di Taranto per unirsi ai colleghi del posto e seguire una riunione tecnica con relatore Giuseppe Mercurio, Vicepresidente di Sezione e osservatore arbitrale della Commissione Osservatori Nazionali per i Professionisti, che ha trattato l’aspetto comportamentale. Altro relatore l’arbitro di Serie D Luca Schifone, che ha coordinato una video analisi tecnica. Conclusa questa parte didattica i ragazzi hanno svolto insieme una seduta di allenamento presso il Polo atletico sezionale.

Il secondo giorno, prima della partenza per le gare da arbitrare, è stata organizzata una visita guidata nella Taranto vecchia.

Le quattro gare delegate dal Comitato Regionale e dirette dagli arbitri friulani inseriti nel progetto di Scambio sono state Massafra - Atletico Martina, arbitro Davide Bolzano; Talsano- Delfini Jonici, arbitro Fabio Blanchin; Real Mottola – Latiano, arbitro Pietro Micoli; Ginosa- Grottaglie Calcio, arbitro Andrea Poiana.

In serata, presso la Sala congressi dell’Hotel Delfino, si è svolta una riunione plenaria di presentazione del progetto, alla presenza di amministratori locali e di personaggi del mondo dello sport, tra i quali il Componente del Comitato Nazionale dell’AIA Michele Affinito.

A seguire gli arbitri di Udine hanno in breve raccontato le loro emozioni nel vivere questa esperienza. Davide Balzano ha sottolineato che «arbitrare in un contesto nuovo e diverso mi ha incuriosito e stimolato. La Sezione di Taranto ci ha riservato un’accoglienza calorosa e si è dimostrata sempre disponibile. Ho appreso molto in questi giorni e mi porto dietro questa esperienza con l’auspicio di poter crescere sia come arbitro sia come persona». A ruota Fabio Blanchin ha rimarcato che «è stata un’esperienza bella e formativa che mi aiuterà per le partite future e che mi ha dato la possibilità di mettermi in gioco in una realtà diversa a quella a cui sono abituato». Sulla stessa linea d’onda anche gli interventi degli altri tre arbitri, che hanno ribadito quanto l’esperienza sia stata altamente formativa.

Momento particolarmente emozionante è stato quando il Presidente Christian Greco ha letto i nominativi dei cinque giovani arbitri tarantini che parteciperanno alla seconda tappa, che si svolgerà ad Udine dal 19 al 21 aprile: Giosuè Castria, Francesco D'Ancona, Teresa Iaquinta, Francesco Iurlaro e Daniel Rizzi.

Nella fase conclusiva della manifestazione i due Presidenti sezionali, Christian Greco e Cristian De Franco, hanno sottolineato l’importanza di questo progetto utile a tutti i giovani colleghi per potersi confrontare con altre realtà territoriali con il fine di accrescere la loro cultura e il loro approccio sui campi di gioco.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)
I nostri sponsor

Partner solidale

Copyrights © 2021-2024 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri