Aia e Lega Pro unite in un progetto di intelligenza artificiale sul Regolamento del Giuoco del Calcio

Aia e Lega Pro unite in un progetto di intelligenza artificiale sul Regolamento del Giuoco del Calcio

E’ in fase di analisi un innovativo progetto legato all’utilizzo dell’intelligenza artificiale nella cultura regolamentare calcistica. Lo studio, che è ancora nella sua fase iniziale, è stato avviato su iniziativa del Presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli e vede il contributo dell’Associazione Italiana Arbitri.

Il progetto riguarda la creazione di un Avatar, con sembianze umane, in grado di recepire domande sul Regolamento del Giuoco del Calcio fornendo le relative risposte. Il ruolo dell’AIA è quello di portare il proprio bagaglio di conoscenza tecnica sulle regole e la loro applicazione. Tutto questo è al centro di una serie di incontri, l’ultimo dei quali si è svolto proprio nella sede centrale dell’AIA alla presenza del Segretario Silvia Moro, del Componente della Commissione per l’Attuazione del Programma e Innovazione Riccardo Camiciottoli e di Maria Giovanna Alibrandi del Modulo Regolamento del Settore Tecnico. 

A confrontarsi sul progetto anche il Presidente dell’AIA Alfredo Trentalange, che ha sottolineato l’importanza di utilizzare i mezzi più efficaci, compresa quindi anche l’intelligenza artificiale, per incrementare la cultura sportiva a vantaggio sia degli attori del mondo del calcio (dirigenti, allenatori, calciatori e arbitri) sia degli stessi appassionati. 

Quella che si vuole ottenere è un’intelligenza artificiale che possa essere interrogata con un linguaggio naturale, in grado di rispondere nella stessa maniera spiegando le regole e la loro applicazione. Il contributo dell’AIA è quello di fornire le nozioni regolamentari in maniera corretta, dettagliata e fruibile, individuando i principali punti sui quali lavorare per far apprendere le varie informazioni all’Avatar. Un progetto innovativo e altamente evoluto, che permetterà a questa intelligenza artificiale di essere in continuo aggiornamento con la possibilità di acquisire dati con forme di autoapprendimento.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri