Al via il Progetto Pilota di inclusione sociale tra AIA e Asilo Savoia

Al via il Progetto Pilota di inclusione sociale tra AIA e Asilo Savoia

Sezione di Roma 1

Acquisire la coscienza dell'importanza del rispetto delle regole, delle norme e dei principi comportamentali nella comunità sociale e applicarle sul campo di gioco; apprendere i valori che stanno alla base della convivenza civile, nella consapevolezza di essere titolari di diritti e di doveri e nel rispetto degli altri sul campo e fuori; migliorare tra le giovani generazioni la percezione individuale e collettiva della figura e la complessità del ruolo dell’arbitro; concorrere all’affermazione di una cultura sportiva all’insegna del fair play e dell’accettazione del risultato agonistico.

Con queste finalità parte la collaborazione tra l’Associazione Italiana Arbitri e Asilo Savoia per il progetto di inclusione sociale mediante la promozione della pratica sportiva, e la Sezione di Roma 1 sarà pilota di questa iniziativa, con l’inserimento dei candidati nel prossimo Corso Arbitri.

Asilo Savoia, Azienda pubblica di servizi alla persona e soggetto promotore fin dal 2016, unitamente alla Regione Lazio, del programma “Talento & Tenacia – Crescere nella Legalità” si pone l'obiettivo di concorrere ai processi di coesione ed integrazione sociale di adolescenti e giovani in situazione di difficoltà o a rischio di svantaggio sociale, senza distinzioni di nessun genere. In questo senso la figura e il ruolo dell’arbitro, oltre a sintetizzare in maniera efficace ed iconica tutti gli aspetti e i valori positivi connessi allo sport, può infatti rappresentare un punto di riferimento ed un esempio da seguire con riguardo ad obiettivi di responsabilizzazione, affermazione della propria personalità e senso del dovere.

I destinatari del progetto sono i neomaggiorenni già inseriti nei percorsi di sostegno abitativo, relazionale e professionale posti in essere da Asilo Savoia; oltre a loro, gli adolescenti e giovani inseriti nel Programma “Talento & Tenacia – Crescere nella Legalità”; infine, ci sarà spazio anche per i minori e neomaggiorenni “fuori famiglia” presi in carico dai servizi sociali territoriali e ospitati nelle strutture residenziali di tipo familiare della Città di Roma.

Inoltre sarà possibile individuare ulteriore potenziali destinatari nel novero dei giovani atleti delle oltre 600 ASD e SSD aderenti al T&T Sport Network

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)
I nostri sponsor

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri