Allenamento e lezione tecnica insieme all’assistente CAN Claudio Barone

Allenamento e lezione tecnica insieme all’assistente CAN Claudio Barone

Sezione di Crotone

Lunedì 11 aprile la Sezione AIA di Crotone ‘Gaetano Cosentino’ ha ospitato l'assistente della Commissione Nazionale per la Serie A e B Claudio Barone, della Sezione di Roma 1. 

Dopo un allenamento nel pomeriggio presso il polo locale, Claudio ha intrattenuto gli arbitri crotonesi con una lezione all’interno della sede sezionale, aperta dal Vicepresidente della Sezione ionica Albino Lumare, che ha fatto gli onori di casa per l’assenza del Presidente Francesco Livadoti, impossibilitato a prendere parte all’evento per motivi personali. Nell’esprimere accoglienza all’ospite, Lumare ha manifestato il piacere di ricevere a Crotone un assistente della massima serie, occasione molto importante di confronto soprattutto per gli associati alle prime armi.  

Visibilmente emozionato, alla sua prima riunione da assistente fuori da casa, il relatore ha prima illustrato il suo percorso di crescita personale all'interno dell'AIA: arbitro dal 2010, diventa assistente nella Stagione 2012/2013; da quel momento in poi il suo percorso sarà tutto in scioltezza fino al passaggio alla CAN all’inizio della Stagione Sportiva corrente.

Ha proseguito con un’interessante lezione fondata sui seguenti punti cardini: comportamenti, preparazione, concentrazione, fortuna, gestione dell'errore, gestione della tensione, sacrificio, coraggio, sezione e divertimento.

“In campo tutto ci può essere perdonato – ha sostenuto Claudio - ma nessuno ci difenderà mai se sbagliamo nei comportamenti”. Questa invece la sua menzione speciale sul senso di appartenenza: “La Sezione è la nostra seconda casa; chi vi lavora con dedizione lo fa per garantirne la piena funzionalità, consentendo agli associati di coltivare la grande passione per l’arbitraggio”, ha aggiunto Claudio.

Il relatore ha terminato la lezione con una frase di Nelson Mandela: “Un vincitore è un sognatore che non si è mai arreso”, per concludere con questo slogan: “Coltivate sempre i vostri sogni e non mollate mai!”. 

L’evento si è concluso con la consegna di un riconoscimento a quattro associati dell'ultimo Corso per senso di appartenenza e dedizione all'arbitraggio: Carmine Oliverio, Diego Vona e Paola Treccozzi e Eugenio Russo.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)
I nostri sponsor

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri