Allenamento, prevenzione, recupero: arbitri e infortuni

Allenamento, prevenzione, recupero: arbitri e infortuni

Sezione di Bologna

Un binomio che si preferirebbe non approfondire mai, ma che purtroppo più spesso di quanto ci si possa aspettare diventa realtà: quello tra arbitri ed infortuni.
Per gli arbitri di Bologna, che come ogni lunedì si sono ritrovati presso le mura della propria Sezione, è arrivato il momento di affrontare il delicato tema degli infortuni, con la collaborazione di esperti del settore: i medici e fisioterapisti dell’Isokinetic, realtà attiva non solo a Bologna, ma in Italia ed Europa. Così dopo un'introduzione del Presidente Antonio Aureliano e un saluto di Gianluca Aureliano, arbitro della Commissione Nazionale della Serie A, la parola è passata subito ai relatori della riunione.
Il primo intervento è stato quello di Giovanbattista Sisca, storico medico sociale del Bologna Calcio, che ha affermato: “Ormai l’arbitro è più atleta dei calciatori stessi; deve correre più di dieci chilometri ogni partita ed è chiamato a repentini cambi di direzione e di velocità”.
Il focus è stato posto sulla prevenzione degli infortuni muscolari che purtroppo, dati alla mano, sono quelli che occorrono con più frequenza agli arbitri.
Dello stesso tenore è stato anche l'intervento del medico Filippo Tosarelli, che è entrato ancora più nello specifico illustrando, grazie al supporto di video, il funzionamento del test MAT.  Questo test è uno strumento che permette di studiare il movimento dell'atleta sia sul piano frontale che laterale: grazie a quest'analisi approfondita è possibile stabilire un percorso di esercizi fondamentali per la prevenzione di infortuni da sovraccarico. Nella maggior parte dei casi è infatti sufficiente un adeguato lavoro preventivo per evitare, o almeno abbassare, la probabilità di infortunarsi.
Il tema della recidiva e del recupero è infine stato affrontato dal fisioterapista Andrea Cattani: due concetti che vanno di pari passo, infatti un recupero non adeguato da una lesione muscolare potrebbe portare ad una recidiva dell’infortunio.
Al termine degli interventi dei relatori che gli associati presenti hanno seguito con attenzione, è stato possibile porre quesiti ai professionisti e ricevere chiarimenti sul tema.


In copertina: l'intervento di Gianluca Aureliano;

In fotogallery:


2. il saluto del Presidente Aureliano;
3. il fisioterapista Cattani;
4. Tosarelli;
5. la sala gremita;
6. i relatori e gli associati intervenuti.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)
I nostri sponsor

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri