Beach Soccer Awards, riconoscimento per l’internazionale Saverio Bottalico

Beach Soccer Awards, riconoscimento per l’internazionale Saverio Bottalico

CAN BS

Al Flora Beach Village di Viareggio, sede della Beach Arena allestita per le Finali Scudetto in corso in questi giorni, Saverio Bottalico, internazionale dal 2017 in forza alla Commissione Arbitri Nazionale per il beach soccer, ha ricevuto ieri un riconoscimento quale arbitro in attività particolarmente distintosi.

Nel corso di una serata di gala ricca di ospiti prestigiosi, tra cui il Presidente della Lega Nazionale Dilettanti Giancarlo Abete, il Vice Presidente Vicario Christian Mossino ed il Vice Presidente (Area Centro) Gianni Cadoni, sono stati celebrati i 20 anni di storia del beach soccer italiano.

A testimonianza del rilievo riconosciuto alla componente arbitrale anche in questa spettacolare disciplina, i Dipartimento Beach Soccer della Lega Nazionale Dilettanti FIGC ha richiesto all’AIA di voler indicare il nominativo di un direttore di gara che ben potesse rappresentare il valore di un gruppo che, per meriti tecnici e coesione di squadra, da anni si distingue e si pone come modello.

Ha commentato il Componente Nazionale dell’AIA Luca Marconi: “Il Comitato Nazionale crede molto nella disciplina del beach soccer. A testimonianza di ciò, vi sono le attività per la promozione ed il miglioramento che sono state intraprese per la prima volta in questa Stagione. Sul punto, mi fa piacere ricordare l’istituzione all’interno di ciascun comitato regionale arbitri di una figura specifica atta a ricoprire l’incarico di referente della disciplina, al fine di creare un collegamento sempre più stretto con la base e garantire un futuro roseo alla CAN BS e alla CON BS. Del pari, si è inteso, sempre per la prima volta, sganciare il beach soccer dalla struttura in seno al Settore Tecnico riferita al futsal. Da questa stagione, infatti, vi è uno specifico responsabile del Settore Tecnico per la disciplina del beach soccer, oltre che un ulteriore componente a disposizione. Il calcio su sabbia cresce, si fa sempre più apprezzato, anche a livello mediatico, e l’AIA rimane al passo. A Saverio Bottalico, dunque, rinnovo le congratulazioni per il riconoscimento ricevuto nella serata di ieri, mentre auguro le migliori fortune a tutti i colleghi in campo in questi giorni per il momento clou della Stagione!”.

Si uniscono alle felicitazioni anche il Responsabile della CAN BS Alfredo Balconi ed il Responsabile della CON BS Michele Conti.

Ha affermato Balconi: “La CAN BS è una commissione ristretta nei numeri ma con una forte coesione tra tutti i ragazzi. I 13 arbitri distintisi maggiormente sono stati convocati per i Playoff, la fase clou della Stagione, e sono loro ad essere il modello per i più giovani, i neo immessi, che hanno calcato il campo delle arene beach per la prima volta quest’estate. E’ una squadra forte, coesa e ciò che ho più apprezzato della bella serata di ieri, ai Beach Soccer Awards, è la presenza di tutti i colleghi presenti in tribuna, ad applaudire Saverio, per questo riconoscimento”.

Ha proseguito Conti, che oltre ad essere il Responsabile della CON BS è istruttore FIFA e designatore arbitrale per le competizioni internazionali: “Ho assistito ad una bella crescita di Saverio in questi anni e, insieme a lui, di tutto il gruppo degli arbitri internazionali italiani, un gruppo di qualità, espressione della bontà della nostra scuola arbitrale, al massimo livello anche nel beach soccer. Lavoriamo dunque, tutti assieme, ognuno per quanto nelle proprie competenze per il bene dell’AIA e di questa disciplina”.

A chiudere è stato proprio il premiato Bottalico, che ha voluto ringraziare tutte le persone vicine, in primis i colleghi arbitri, con cui condivide il quotidiano delle tappe e dei raduni: “Arbitrare alla CAN BS è completamente differente rispetto alla realtà delle altre commissioni tecniche. Qui si vive in gruppo e si condividono successi e difficoltà nel corso delle tappe. Sono entrato alla CAN BS nel 2015, al secondo tentativo, non essendo stato prescelto in occasione del mio primo corso di selezione. Questo è stato per me, già allora, un grande insegnamento: i traguardi più belli sono frutto del lavoro e del sacrificio”.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)
I nostri sponsor

Partner solidale

Copyrights © 2021-2024 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri