Bresmes al raduno precampionato: "L'invincibilità sta nel sapersi rialzare dopo l'errore"

Bresmes al raduno precampionato:

Sezione di Ferrara

Nella giornata di sabato 10 settembre tutti gli associati appartenenti alla Sezione di Ferrara si sono ritrovati per il tradizionale appuntamento di inizio Stagione.
Hanno aperto la giornata di buon mattino gli arbitri che hanno sostenuto il test atletico SDS sotto lo sguardo vigile del Referente atletico sezionale Luca Carandina.
Al termine della mattinata il gruppo degli arbitri si è trasferito presso la sede sezionale dove il Presidente Giampaolo Droghetti ha accolto i ragazzi che, dopo pranzo, sono stati raggiunti dal gruppo degli osservatori arbitrali nell'aula “Luciano Manzoli” per aprire i lavori. Dopo la spiegazione della nuova Circolare 1 per la Stagione ai nastri di partenza sono stati somministrati i quiz tecnici.
Dopo questa prima parte gli associati ferraresi sono stati raggiunti in aula da Marco Bresmes della Sezione di Bergamo, assistente arbitrale in forza alla CAN.
Dopo gli onori di casa da parte del Presidente Droghetti la parola è subito passata a Bresmes che, visibilmente soddisfatto di trovarsi in mezzo ad un gruppo così numeroso ed interessato, ha esordito salutando la platea: “Finalmente riusciamo a vederci, per me è un grande piacere stare qui con voi. La vita ci mette davanti degli ostacoli come, ad esempio, il mio infortunio avvenuto recentemente in campo, ma l’importante è non abbattersi mai e cercare il lato positivo. Seguendo questa filosofia ho voluto trasformarlo in una cosa estremamente positiva come l’essere qui con voi.”
L’argomento con il quale Marco ha voluto intrattenere la platea è sicuramente di importanza fondamentale: la gestione dell’errore.
L’intervento si è aperto con una domanda che ha particolarmente diviso gli associati: l'arbitro deve essere invincibile?
La risposta di Marco ha coinvolto tutti: “La risposta è sì, perché ogni volta che cadiamo, e nella carriera di un arbitro succede molte volte, l’invincibilità sta nel sapersi rialzare subito con più forza di prima traendo insegnamento dal nostro errore che deve diventare una solida base su cui salire”, e a dimostrazione di quanto asserito ha mostrato alcuni suoi video contenenti alcuni errori accompagnati subito dopo da un altro filmato in cui era riuscito a sfruttare quell’errore per migliorare. Inoltre, per dare concretezza a quanto detto, Bresmes ha fatto sue le parole di uno dei più grandi sportivi di tutti i tempi, Michael Jordan: “Nella mia vita ho sbagliato più di novemila tiri, ho perso quasi trecento partite, ventisei volte i miei compagni mi hanno affidato il tiro decisivo e l’ho sbagliato. Ho fallito molte volte. Ed è per questo che ho vinto tutto”
E così, ricevuta in dono la maglietta del raduno, Marco si è congedato ed ha chiuso il raduno con un ultimo consiglio alla platea: “Inseguite il vostro sogno e soprattutto... divertitevi!”.

 

copertina: test atletici

in fotogallery:

1: Presidente Droghetti con Marco Bresmes

2: arbitri della Sezione

3: riunione in aula

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)
I nostri sponsor

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri