CAN D, Teamwork e management della gara al centro degli Stage di perfezionamento

CAN D, Teamwork e management della gara al centro degli Stage di perfezionamento

Commissione Arbitri Nazionale Serie D

Dall’11 marzo al primo aprile la Commissione Arbitri Nazionale Dilettanti ha organizzato otto Stage tecnici per incontrare, prima della fine dei Campionati, i più di settecento tra arbitri e assistenti in Organico. 


Da Palermo a Milano, passando per Firenze, Montesilvano, Napoli, Oristano, Roma, Vicenza e Milano, il Responsabile Alessandro Pizzi, accompagnato negli appuntamenti, a turno, dai Componenti Stefano Braschi, Stefano Cassarà, Andrea Crispo, Giuseppe D’Amelio, Paolo Dondarini, Valentina Finzi, Michele Giordano, Fabio Gottipavero, Paolo Gregoroni, Flaviano Lanciano, Simone Manzini, Daniele Martinelli, Simone Ponzalli, Massimiliano Rosi, Alessandro Varriale e Mirko Zannier, ha portato avanti il processo di allineamento tecnico a completamento di quello didattico somministrato dal Settore Tecnico.


Appuntamenti che si sono potuti organizzare anche grazie alla collaborazione dei diversi Comitati Ragionali: una modalità che la CAN D continua a portare avanti e che ha portato a notevoli traguardi, come l’impiego di assistenti regionali nelle gare del Campionato Dilettanti, esordi a tutti gli effetti nel corso della Stagione. 

Ogni appuntamento ha poi visto la presenza di un Componente della Commissione Nazionale Osservatori, a sottolineare la continuità di azione e collaborazione che lega il lavoro della CAN D a quella degli osservatori nel percorso di crescita arbitrale.


Gli approfondimenti tecnici si sono concentrati su due ambiti principali, analizzati con il supporto di videoclip tratti dalle gare di Serie D: il teamwork e il management della gara, andando così a  solidificare i concetti di collaborazione della squadra arbitrale, definizione delle priorità, rispetto delle tempistiche. “L’autorevolezza del direttore di gara deve essere coerente con il contesto della gara stessa”, ha ripetuto Pizzi, ponendo l’accento sulla necessità di evitare comportamenti eccessivi in situazioni che non richiedono particolare incisività.


Le note di “Don’t Stop me now” dei Queen hanno chiuso ogni appuntamento: “Non è questo il momento di fermarsi perché il vostro percorso continua – ha concluso Alessandro Pizzi -. Non potete pensare di arrivare un giorno a guardarvi indietro e pensare che avreste potuto dare di più: datelo qui e oggi. Siate consapevoli che la forza di questo gruppo sono le persone che lo compongono e sono le persone, sempre, che fanno la differenza”.
 

Hanno collaborato: Pierluigi Florena, Tommaso Cardini, Saverio Di Vito, Marco Granillo, Cristiano Rosati, Alessio Evangelisti, Filippo Faggian e Andrea Lufi.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)
I nostri sponsor

Partner solidale

Copyrights © 2021-2023 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri