Comportamentale e team work nella giornata conclusiva del raduno CAN C

Comportamentale e team work nella giornata conclusiva del raduno CAN C

CAN C

Concluso nella tarda mattinata odierna il raduno mensile di arbitri e assistenti della Commissione Arbitrale Nazionale di Serie C, svoltosi al Centro di preparazione Olimpica CONI di Tirrenia e iniziato il 15 dicembre. Nel pomeriggio di ieri i convocati hanno svolto un allenamento guidato da Gilberto Rocchetti, Responsabile del Modulo Preparazione Atletica del Settore Tecnico dell’AIA, coadiuvato dai preparatori Ismaele Morabito e Alessandro Magro e sotto la supervisione di Carlo Cappelli e Matthew Donadu, Componenti del Modulo Biomedico. Rientrati in aula è continuata la match analysis.

La mattinata di oggi è iniziata con un allenamento defaticante. Poi altra breve sessione di lavori in aula e il rompete le righe.

Nel corso di questi tre giorni di stage, sono stati focalizzati come obiettivi il team work e ribaditi i vari accorgimenti che rendono credibile l’operato dell’arbitro, come la capacità di lettura della gara e un’appropriata direzione dal punto di vista tecnico: “Non è importante fischiare poco o fischiare tanto, piuttosto fischiare giusto. Non isolarsi nelle proprie decisioni e rimanere vigili per tutta la gara”, è stato rimarcato dalla Commissione.

Altresì è stata posta all’attenzione degli astanti la necessità di prevenire o ben fronteggiare le proteste e comportamenti di mobbing.   

Il raduno si è concluso con i saluti del Responsabile Maurizio Ciampi e dei suoi Componenti. Il prossimo stage mensile si terrà a gennaio.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)
I nostri sponsor

Copyrights © 2021-2023 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri