CON 5, la prima riunione storica con i Responsabili dei CRA e dei CPA. Scarpelli: “Iniziamo un percorso di unità tecnica e valutativa”

CON 5, la prima riunione storica con i Responsabili dei CRA e dei CPA. Scarpelli: “Iniziamo un percorso di unità tecnica e valutativa”

Commissione Osservatori Nazionale 5

Un momento epocale: così è stato definito il primo incontro con i Presidenti dei Comitati Regionali e Provinciali e i Delegati del Futsal con la CON 5 guidata da Alessandro Scarpelli. 


“Questo vuole essere un primo incontro: sta a voi decidere se mandare avanti questo progetto, che ha come finalità lo scambio di informazioni, la condivisione di una modalità operativa per delineare un’uniformità nella piena sintonia nella formazione dei nostri osservatori, che poi sono i formatori dei nostri arbitri”: così Scarpelli. 


Alla videocall erano presenti anche il Componente del Comitato Nazionale Luca Marconi e Giovanni Cossu, Responsabile del Modulo Regolamento del Calcio a Cinque del Settore Tecnico dell’AIA.


“Vorrei rimarcare come questo sia un momento epocale per la nostra Associazione – ha spiegato Marconi - Lo è stato due anni fa per quanto riguarda gli arbitri, oggi iniziamo a dare una proiezione nazionale anche agli osservatori regionali. Attraverso il loro operato anche il vostro operato tecnico ne trae conseguenze ancora più positive. Da qui iniziamo a fare crescere ancora di più per il ruolo di formatore all’interno dei Comitati Regionali, e così, a cascata, anche verso quelli delle Sezioni. Dobbiamo lavorare per implementare gli Organici degli osservatori di Calcio a Cinque, e dovete essere orgogliosi quando vi raccontiamo dati come questo: dei 78 arbitri che sono stati proposti dai Comitati Regionali alla CAN 5, quattro hanno debuttato addirittura già nella categoria superiore. Questi sono i risultati della sperimentazione partita due anni fa, così vogliamo fare per gli osservatori. Vogliamo arrivare a delegare una gara di Serie B ai vostri migliori osservatori, così che possano andare a visionare arbitri nazionali, e possano poi andare a testimoniare le emozioni che si vivono”. 


Preparare osservatori che siano ancora più performanti a livello nazionale: questo l’intento di Alessandro Scarpelli, che è stato dichiarato a Presidente e Responsabili Futsal dei CRA e CPA. “Non vogliamo che ci siano i primi mesi di assestamento una volta arrivati alla CON 5, ma vogliamo che siano già pronti per poter trasferire al meglio, fin da subito, i contenuti agli arbitri. E questo percorso deve partire anche nelle sezioni”


“Anche il Settore Tecnico vuole testimoniare ulteriormente la volontà di arrivare a un’uniformità tecnica per gli osservatori, che si riflette poi sull’uniformità valutativa – così Giovanni Cossu -. Stiamo lavorando nella continua produzione di materiale che possa essere utilizzato nelle Sezioni, ci stiamo concentrando su questo:  è alla base che ci sono maggiori necessità di formazione, e noi vogliamo dare al mondo del Futsal fondamenta belle solide” 


Il proposito dello scambio reciproco nel lavoro operativo della CON 5 con i CRA e i CPA è entrato subito nell’operatività con un ampio giro di tavolo dove tutti i Responsabili e i Presidenti dei Comitati Regionali hanno preso la parola, riportando l’attuale situazione, numeri e statistiche dalla Serie C1 alla D. Dopodichè, si è passati alle indicazioni per la stesura della relazione da parte degli osservatori e all'ilustrazione dei criteri valutativi: momento guidato dai Componenti della CON 5 Mario Frasca, Luca Davigo, Franco Più, Carmelo Loddo e Angelo Passarani.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)
I nostri sponsor

Partner solidale

Copyrights © 2021-2024 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri