Concluso a Roma il raduno CAN C, Ciampi: “Il nostro imperativo è farci trovare pronti”

Concluso a Roma il raduno CAN C, Ciampi: “Il nostro imperativo è farci trovare pronti”

CAN C

Giorni di preparazione intensa per gli arbitri della CAN C presieduti da Maurizio Ciampi che, nella tarda mattina di oggi, hanno terminato la tre giorni di raduno presso il Centro di Preparazione Olimpica “Giulio Onesti” di Roma.

Mattinata sul terreno di gioco con la sessione di allenamento sotto l’attenta supervisione dei preparatori atletici per poi proseguire con le lezioni in aula.

Ciampi e la sua squadra hanno da subito impostato i lavori partendo con l’analisi delle criticità riscontrate nello scorso campionato, portando a supporto i numerosi video di match analysis.

Il neo Componente Oberdan Pantana, intervenendo nella disamina ha sottolineato l’importanza di lavorare sulle ‘aree critiche’: “Spostamento, collaborazione con gli assistenti e lettura del gioco influiscono in maniera determinante sulla buona riuscita della direzione di gara”.

Nel pomeriggio di venerdì i 92 arbitri hanno svolto la correzione dei Videotest eseguiti il giorno precedente direttamente con il Responsabile del Settore Tecnico dell’AIA, Matteo Trefoloni che, rivolgendosi alla platea, ha puntualizzato: “Noi vi forniamo dei parametri di riferimento ma c’è sempre bisogno di seguire la logica nell’applicazione del regolamento, non è possibile per l’arbitro fare un mero copia e incolla”.

Proseguendo il cammino intrapreso dal Responsabile del Modulo Regolamento Marco Landucci e dal Coordinatore Marco Falso, Trefoloni è tornato ad analizzare la Regola 11, il fuorigioco, evidenziando in particolare la distinzione tra ‘giocata’ e ‘deviazione’.

Durante la mattinata di sabato 27 agosto, sono venuti a far visita il Presidente Francesco Ghirelli insieme al Segretario Generale della Lega PRO Emanuele Paolucci.

Il Presidente Ghirelli intervenendo nei saluti: “Vi ringrazio per il grande lavoro svolto finora; la C è una palestra e anche per questo il cammino è spesso complicato. Ma anche per voi la Lega Pro è la ‘fabbrica dei sogni’ e io vi auguro di concretizzare il vostro sogno attraverso la passione, il sacrificio e lo studio. Quest’anno tra le varie novità avrete a disposizione un nuovo pallone che per la prima volta ha un nome, ‘Talento’, parola evocativa che ci accomuna tutti”.

Anche Nicola Cavaccini, Componente della Comitato Nazionale dell’AIA che ha seguito da vicino i lavori in tutte le giornate, agganciandosi alle parole di Ghirelli ha dato il suo augurio ai ragazzi: “Sapere che nostri arbitri possono contare su una Lega che li sostiene significa tantissimo; credo che insieme possiamo raggiungere grandi traguardi, augurandoci che, con rispetto reciproco, vi sia divertimento per tutti. Questo gioco è bello finché si rispettano le regole e il mio augurio va sia alle società che agli arbitri”.

In chiusura Maurizio Ciampi ha rinnovato l’esortazione già indirizzata ai suoi arbitri: “Sabato prossimo inizierà il Campionato, il nostro imperativo è farci trovare carichi e pronti facendo tesoro degli episodi analizzati e del lavoro svolto insieme”.

Supplemento on-line della rivista "L'Arbitro"
(aut. Tribunale di Roma n. 499 del 01/09/1989)
I nostri sponsor

Copyrights © 2021-2022 Tutti i diritti riservati
Associazione Italiana Arbitri